Assemini, la Regione “blocca” il mega polo commerciale di Piscina Matzeu

Lo stop al maxi progetto milionario che prevede decine di supermercati e una galleria commerciale? “Incompatibile con i vincoli ambientali e idrogeologici dell’area”

Per ora è solo un “preavviso”, ma a breve dovrebbe arrivare la conferma. La Regione, attraverso un “atto di improcedibilità”, blocca la realizzazione del mega polo commerciale di Piscina Matzeu. Il progetto presentato dalla società Esetali (investimento da 42 milioni di euro per tre grandi strutture di vendita, una galleria commerciale con 41 negozi di vicinato e dieci supermercati), riceve il cartellino giallo degli uffici della Difesa dell’ambiente. Nessuna posa della prima pietra perchè “in quell’area ci sono vincoli ambientali e idrogeologici”, spiega il vicesindaco di Assemini Gianluca Mandas, che conferma l’esistenza delle otto pagine che portano il timbro ufficiale della Regione. Tutto si ferma, quindi. “Il privato, se vorrà costruire, dovrà proporre delle opere antialluvione alla Regione, che dovrà poi rilasciare le autorizzazioni”. Poi, sarà compito del Comune, a collaudi e certificazioni avvenute, ricevere la nuova comunicazione da viale Trento e aggiornare il Puc. Ma il “sì”, chissà quando, al nuovo mega polo commerciale, appare decisamente in salita.

 

“Non voteremo mai per la creazione di nuovi centri commerciali”, tuona Mandas, “in Sardegna e nel Cagliaritano ne abbiamo sin troppi. Appoggeremo solo un progetto che sarà davvero produttivo per tutta la popolazione”.