Assemini, dorme da tre settimane nel retro del piazzale della chiesa di San Cristoforo

Un giovane vive grazie al buon cuore del vicinato. Gli portano un pasto caldo a pranzo e a cena e tanto conforto in attesa che per lui si prospetti un futuro migliore.

Inammissibile che ai tempi attuali si verifichino ancora situazioni in cui avere un lavoro e la possibilità di vivere degnamente siano solo un miraggio: non è raro infatti che, anche nei centri abitati limitrofi o lontani dalle grandi città, possano verificarsi situazioni simili a questa che coinvolge un giovane di Assemini. In tanti non hanno notato l’uomo che, schivo e riservato, staziona nel retro della piccola chiesa. Gli sono stati rubati anche i pochi oggetti, donati sempre da chi si preoccupa per lui, che aveva con se un giorno che si è allontanato dal riparo. Le autorità, da quanto affermato da chi si sta occupando del caso, sono già state allertate: si auspica, quindi, che presto possa essere preso in carico dalle istituzioni al fine di trovare una giusta sistemazione.


In questo articolo: