Arst, addetti alle pulizie senza stipendio: “Pronti a scioperare”

Circa sessanta operai che si occupano della pulizia di mezzi e locali dell’Arst nella Provincia di Cagliari senza soldi: “E’ un continuo scarica barile tra ditta e società di trasporto pubblico, ora basta”. Venerdì incontro dal Prefetto di Cagliari

Agosto senza stipendio, e c’è chi i soldi non li vede da due o tre mesi. È la situazione che accomuna circa sessanta operai che lavorano per la Servizi Ambientali di Palermo, ditta che si è aggiudicata l’appalto della pulizia dei mezzi e dei locali dell’Arst nella Provincia di Cagliari. “E’ successo anche in passato – denuncia Ignazio Carlini, uno dei tanti operai senza stipendio – E dopo un breve periodo di sciopero tutto è tornato alla normalità. Ora il disagio si ripete: se non ci verrà dato quanto ci spetta siamo pronti a proclamare lo stato di agitazione”.

Troppi ritardi e nessuna risposta. “C’è un rimpallo continuo di responsabilità – spiega Carlini – Nel frattempo, mentre tutti gli altri dipendenti sono stati pagati e si godono le ferie, noi siamo a casa senza soldi”. Ma l’Arst precisa: “abbiamo pagato tutto ciò che è stato fatturato regolarmente e corrispondente alle attività effettivamente eseguite nella sede di Cagliari”. In sostanza spetta all’impresa pagare gli stipendi e intrattenere i rapporti con gli operai. La ditta siciliana vincitrice dell’appalto copre, però, diverse sedi con fatture ancora non definite. “La Servizi Ambientali – aggiunge l’Arst – in sede di gara ha garantito l’idoneità tecnica e soprattutto economica, e quindi la capacità di sostenere i costi. In ogni caso venerdì è stato convocato un incontro dal prefetto nel quale verrà trattata la questione”.