Apprensione a Sedilo per don Mongili, il parroco positivo al Covid in terapia intensiva

Il sacerdote, da ieri, si trova nel “nuovo” reparto dell’ospedale di Nuoro: è stato contagiato dal virus nei giorni scorsi

Si trova ricoverato in terapia intensiva don Battistino Mongili. Da poco più di 24 ore il religioso si trova nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Nuoro. La positività al tampone era emersa venerdì scorso, adesso le condizioni del don, purtroppo, si sono aggravate. Tanti i messaggi di supporto pubblicati su varie bacheche Facebook dai cittadini di Sedilo e di vari esponenti religiosi e politici. C’è, ovviamente, apprensione per le condizioni di salute del parroco. Intanto, stando agli ultimi aggiornamenti del sindaco Salvatore Pes, pubblicati ieri sera sulla pagina ufficiale del Comune, “il totale dei contagi alla data del 23 settembre risulta essere di 45. Quasi tutti i nuovi contagiati risultano appartenenti a nuclei familiari nei quali erano già presenti persone positive”.

 

E, sabato 26 settembre, dalle 14, nei locali de “Sa prima ighina”, spazio ai test sierologici gratuiti (ricerca anticorpi IGG e IGM covid-19) per i ragazzi delle scuole superiori e per tutti i nati dall’anno 2002 al 2006 (anche per quelli che non frequentano la scuola) per i titolari e dipendenti delle attività commerciali ed artigianali. Il Comune ricorda che “l’adesione al test è volontaria, è consigliata ma non obbligatoria, i ragazzi minorenni dovranno essere accompagnati da un genitore e prima del test è necessaria la sottoscrizione del consenso informato da parte di ognuno (del genitore per il figlio minorenne). È preferibile stampare e compilare a casa il modulo, che sarà online dal 24 settembre, e portarlo con sé”.