Al via all’Università di Sassari il progetto cluster “Migliorvino”

Le azioni che saranno intraprese col progetto Migliorvino hanno come obiettivo l’incremento della competitività internazionale della vitivinicoltura isolana e del Cannonau in particolare.

 Venerdì 23 marzo dalle 11.00 alle 13.00 si terrà all’Università di Sassari il kick-off meeting, cioè la riunione di avvio, del progetto cluster “Migliorvino”. L’evento avrà luogo nella sezione di Tecnologie Alimentari del Dipartimento di Agraria dell’Ateneo,  in viale Italia 39.

Le azioni che saranno intraprese col progetto Migliorvino hanno come obiettivo l’incremento della competitività internazionale della vitivinicoltura isolana e del Cannonau in particolare. Il progetto è quindi rivolto al miglioramento della risposta enologica del vitigno e vino Cannonau, sia vinificato in purezza che in uvaggio, ponendo attenzione alle caratteristiche delle varietà locali, da scegliere in funzione dei differenti territori.

In tal modo risulterà possibile ottenere nuovi prodotti che esprimano i diversi territori della Sardegna, che possano essere apprezzati sia sul territorio nazionale che a livello internazionale. Le azioni che verranno intraprese aspirano pertanto, come obiettivo primario, al miglioramento della competitività internazionale della vitivinicoltura isolana e del Cannonau in particolare.

Il kick-off meeting è rivolto alle imprese e ha l’obiettivo di definire nel dettaglio finalità e ruoli degli attori coinvolti. L’incontro infatti darà l’occasione all’organismo di ricerca proponente di descrivere le finalità del progetto, i risultati attesi, gli strumenti utilizzati, le tempistiche e i ruoli degli attori coinvolti nel progetto.

L’obiettivo è quello di motivare i soggetti coinvolti all’ottenimento di risultati spendibili per tutte le aziende coinvolte nel cluster.

Il progetto Migliorvino è realizzato attraverso il programma “Azioni cluster top-down” ed è finanziato grazie al POR FESR Sardegna 2014-2020. I progetti cluster sono attività di trasferimento tecnologico condotte da organismi di ricerca pubblici con l’attiva collaborazione di gruppi di piccole e medie imprese del settore o di settori affini, per risolvere problemi condivisi e portare sul mercato le innovazioni sviluppate nei laboratori. Come per tutti i progetti cluster, anche per Migliorvino vale il principio della porta aperta: tutte le imprese del settore interessate a partecipare possono chiedere di entrare a far parte del progetto in qualsiasi momento. Ulteriori informazioni potranno essere fornite dal Responsabile Scientifico del progetto, Alessandra Del Caro (Tel: 079 229346 E-mail: [email protected]) e da Elena Lai di Sardegna Ricerche (Tel: 070 9243 2814 E-mail: [email protected]).