Abbanoa, riparata la condotta che alimenta San Michele e Sestu

Le operazioni di manovra effettuate dalle squadre di Abbanoa nei principali snodi della rete idrica hanno scongiurato eventuali interruzioni


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Nella serata di ieri l’Enas, Ente acque Sardegna, ha completato la riparazione della condotta di acqua grezza che dal lago Mulargia approvvigiona i potabilizzatori di San Michele a Cagliari e di Sestu. Il guasto, avvenuto lunedì scorso, aveva comportato una riduzione di 300 litri al secondo di fornitura per i due impianti, ora ripristinata al normale regime.

Grazie alle manovre in rete effettuate dalle squadre di Abbanoa, sono stati scongiurati disservizi nell’erogazione. Nei due giorni interessati dall’intervento dell’Enas l’intera rete cittadina è stata costantemente approvvigionata, compresa nelle zone più alte che avrebbero potuto soffrire maggiormente a causa di eventuali cali di pressione dovuti allo svuotamento dei serbatoi.

La risorsa limitata in arrivo dalla condotta interessata dai lavori di riparazione è stata interamente destinata al potabilizzatore di Sestu che approvvigiona questo Comune, ma anche la cittadella universitaria di Monserrato. Ciò ha consentito di garantire costantemente l’approvvigionamento idrico anche grazie a un’integrazione dal potabilizzatore di Donori.

Per la città di Cagliari è stata aumentata la produzione di acqua potabile dagli impianti di Simbirizzi e Donori per dirottarla verso il Capoluogo. Il potabilizzatore di San Michele, fondamentale per i quartieri circostanti, ha potuto trattare l’acqua proveniente da una canalizzazione alternativa alla condotta danneggiata.

Queste importanti manovre, che hanno comportato il costante intervento delle squadre di Abbanoa negli snodi fondamentali della rete idrica urbana, hanno consentito il pieno regime dell’approvvigionamento idrico. I livelli dei serbatoi cittadino sono stati costantemente monitorati per effettuare tutti gli adeguamenti necessari per una corretta distribuzione dell’acqua potabile in tutto il capoluogo.

 


In questo articolo: