A Uta un nuovo polo scolastico con un investimento da 11 milioni: via alla gara per l’appalto dei lavori

Avviata la gara per l’appalto dei lavori del nuovo polo scolastico. Il sindaco Porcu: “Non vediamo l’ora di veder partire il cantiere e vedersi materializzare questo sogno”

A Uta nascerà presto un nuovo polo scolastico che accoglierà la scuola primaria e secondaria. L’iter è nato nel 2015, quando è stata inserito nell’azione dell’Asse I di iscol@, voluto dall’attuale amministrazione.
“Oggi si conclude la fase progettuale e inizia quella dell’appalto dei Lavori.- afferma il sindaco Giacomo Porcu – l’area di circa quattro ettari, ex proprietà dell’Agris, sarà riqualificata e rivitalizzata attraverso la connessione tra origini e futuro, tra il verde e la pedagogia, tra scuola e territorio”.
Il Nuovo Polo Scolastico che accoglierà due cicli di studi: nella Scuola Primaria 25 aule, 5 laboratori 2 Spazi mensa, 1 Sala per Attività motoria, 1 Aula morbida, 4 Spazi di relazione e connessione, Spazi per i docenti. Scuola Secondaria 15 aule, 5 laboratori, 1 Palestra con spogliatoi, 2 Aule morbide, 4 Spazi di relazione e connessione 1 Biblioteca scolastica, 1 Sala riunioni, Direzione Didattica e Spazi per i docenti.
“La scuola da sempre al centro dell’attività amministrativa per crescere donne e uomini con pieni diritti e in grado di esprimere liberamente i propri talenti a servizio della società – aggiunge Porcu-. Non vediamo l’ora di veder partire il cantiere e vedersi materializzare questo sogno. Quando le Comunità, le Istituzioni e le parti tecniche lavorano sodo e in sinergia questi sono i risultati. Un esempio da seguire e replicare. Scuole all’avanguardia come questa consentiranno di combattere la piaga dell’abbandono scolastico e ci consentiranno di alimentare una sana crescita della nostra Comunità”.
 La vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Michela Mua:  “L’investimento di più di undici milioni è il manifesto di una Amministrazione che ambisce a migliorare il livello scolare, culturale, sociale, artistico, educativo, economico di una intera comunità che, attraverso i propri bambini e ragazzi, diventa protagonista anche in ambito extraterritoriale.  Si tratta di un traguardo tanto agognato per cui è valsa la pena riproporsi alle ultime elezioni.
È stato un lavoro di squadra che ha coinvolto persone con diverse competenze e attitudini. Ogni risorsa economica impegnata per i bambini e i ragazzi va a beneficio di tutti, per questo ci abbiamo creduto sino in fondo lottando ad ogni difficoltà”.
Per Marta Manca Asserore all’istruzione: “Iscola è un progetto ambizioso studiato attorno alle esigenze della scuola dei giorni nostri, un programma con delle caratteristiche che ne esalteranno le sue unicità. Un punto di svolta, un investimento importante verso il più prezioso dei nostri beni, i nostri figli.
L’assessore allo sport Andrea Onali: “È  stato il motivo principale che mi ha convinto nel ripresentare la mia candidatura, un progetto che vale il lavoro profuso in questi anni di amministrazione. Sono felice  d’aver contributo alla realizzazione di quello che sarà un polo scolastico d’eccellenza a disposizione di una  comunità  giovane come quella Utese”.


In questo articolo: