A scuola arriva l’ora d’arabo per i bimbi italiani: scoppia la polemica

La lezione è stata pagata con fondi gestiti dal Comune e affidata a un insegnante madrelingua, con lo scopo di aiutare l’inserimento di una piccola di origini egiziane.

“Oggi a scuola ho imparato a scrivere il mio nome in arabo”. La frase, riportata dal quotidiano Il Giorno, a prima vista innocente, pronunciata da un’alunna della seconda elementare di Cernusco sul Naviglio, vicino a Milano, ha scatenato in realtà un putiferio politico. Tutto per colpa della lezione pagata con fondi gestiti dal Comune, a guida Partito Democratico, e affidata a un insegnante madrelingua, con lo scopo di aiutare l’inserimento di una piccola di origini egiziane. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT


In questo articolo: