A San Gavino Monreale tre giornate dedicate a Eleonora d’Arborea

Tre giornate dedicate a Eleonora d’Arborea: arcieri, compagnia d’armi medievali e cavalieri rappresenteranno la “Rievocazione storica del periodo Giudicale”.

Per gli amanti del passato e degli usi e costumi che hanno caratterizzato il periodo storico in Sardegna, con il contributo e il patrocinio della amministrazione comunale di San Gavino Monreale sabato 03 dicembre alle ore15,30 presso il Museo Dona Maxima in via Amsicora si terrà “Conversazione sul Giudicato d’ Arborea: La storia del Giudicato da Mariano IV a Guglielmo II di Narbona”. 
Interverranno Grazia Villani, Giovanni Battista Mallica e il maestro Marco Meloni accompagnerà la conversazione con brani musicali del periodo. 
Conduce Gianluca Medas.
L’evento ha rivissuto domenica, presso il cortile Casa Mereu, il processo ad Eleonora d’Arborea che, ancora oggi, rappresenta un personaggio cardinale non solo nel contesto storico isolano, bensì nel panorama di tutta l’epoca medievale universale. “Infatti l’operato della Giudicessa possiede caratteri d’innovazione e modernità insoliti rispetto alle legislazioni giuridiche ed amministrative del tempo – spiega il vicesindaco e assessore al Turismo e ai Grandi Eventi Nicola Ennas – segnando la storia del diritto europeo in generale.
È alla luce di ciò ed in considerazione delle tracce tangibili lasciate dalla Giudicessa nella nostra comunità, dunque, che deve inquadrarsi la rievocazione storica del periodo giudicale”.
“È di fondamentale importanza – prosegue Ennas – perpetuare la memoria di un personaggio del calibro di Eleonora d’Arborea, la quale ha segnato la storia della Sardegna ed è legata a doppio filo con le nostre radici.
Auspichiamo una nutrita partecipazione, in quanto ricordare Eleonora d’Arborea equivale a riappropriarci del nostro patrimonio storico e del nostro capitale culturale”.


In questo articolo: