A Quartu un dibattito sulla donazione di organi e tessuti post-mortem

Venerdì 9 dicembre, alle 18, assemblea pubblica in sala consiliare organizzata dalla Prometeo AITF Onllus e promossa dall’Amministrazione. Delunas:”Una decisione che è sintomo di grande altruismo”

L’Amministrazione di Quartu è sensibile al tema delle donazioni di organi e intende favorirne l’approfondimento tra i cittadini, anche nell’ottica della promozione delle norme che consentono ai Comuni di formalizzare la scelta dei cittadini in merito alle rispettive volontà riguardo alla donazione di organi e tessuti post-mortem. Ha pertanto valutato opportuno concedere l’uso del logo e della Sala Consiliare comunali per l’assemblea pubblica organizzata dalla Prometeo AITF Onlus per venerdì 9 dicembre 2016, alle ore 18, al fine di approfondire tali tematiche.

 

Nel corso dell’incontro verrà presentato il progetto ‘Una scelta in Comune’, al quale Quartu potrebbe aderire in un imminente futuro. Tale programma è stato avviato dal Centro Nazionale Trapianti appunto per promuovere le norme che consentono ai Comuni di raccogliere, presso l’Ufficio Anagrafe, le dichiarazioni di volontà riguardo alla donazione di organi e tessuti post-mortem.

 

All’incontro parteciperà il Sindaco Stefano Delunas, che porterà i saluti dell’Amministrazione. Saranno presenti anche persone che fanno parte della Prometeo Onlus e hanno vissuto in prima persona il trapianto, per raccontare la propria esperienza. Interverranno inoltre diversi professionisti della sanità che, coordinati dal Centro Regionale Trapianti, rendono possibili le donazioni e i trapianti di organi nell’Isola. A loro spetterà il compito di informare su questi temi e sciogliere i dubbi dei presenti, anche rispondendo a specifici quesiti.

“Il progetto, già avviato anche in altri Comuni e in altre Regioni, è volto a raccogliere le dichiarazioni dei cittadini maggiorenni in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità a proposito della volontà o del diniego a voler donare gli organi – spiega il Sindaco Stefano Delunas -. Si tratta sicuramente di una decisione importante, che lascia il segno. Donare gli organi è infatti indice di grande altruismo e sensibilità, perché può salvare altre vite, può consentire ad altre persone di riprendersi la propria vita”.



In questo articolo: