“A Pula 60 contagiati, intere famiglie positive da più di 15 giorni: l’Ats fatica col tracciamento”

Ventuno in più nel giro di un weekend, contagi in aumento in città. La sindaca Medau avvisa: “Utilizzate la mascherina e igienizzate le mani soprattutto nei luoghi affollati, è impossibile riuscire a fare controlli continui e capillari”

Undici guariti ma ventuno nuovi contagi nel giro di un weekend. A Pula ci son 60 positivi, a comunicarlo è la sindaca Carla Medau che, contemporaneamente, fa notare alcune problematiche legate proprio all’identificazione dei positivi: “L’Ats fa fatica a tenere il tracciamento e anche oggi abbiamo saputo di intere famiglie positive da oltre 15 giorni che non abbiamo potuto contattare per mancanza di comunicazioni ufficiali. Rdisco ibache chi si trova in stato di positività e in quarantena non deve assolutamente uscire, lo dice la legge, non è una nostra prescrizione. Chi trasgredisce, oltre a commettere un illecito, mette a repentaglio la salute degli altri”, ricorda la Medau.
“Soprattutto, chiedo cortesemente a chi si trova in stato di positività di avvisare l’amministrazione, in modo da avviare i protocolli e preservare la salute anche degli operatori che svolgono  diversi servizi pubblici. I positivi riferiscono quasi tutti lievi sintomi, sono costantemente contatti dalla sottoscritta e dagli uffici preposti, a loro auguriamo una pronta ripresa. L’aumento dei casi è in crescita, come in tutta la Sardegna, vi raccomando sempre di tenere le distanze, utilizzare la mascherina e igienizzare costantemente le mani soprattutto nei luoghi affollati in quanto è impossibile predisporre da parte nostra controlli continui e capillari”.


In questo articolo: