“Io, 40 enne Narciso cagliaritano: amo le donne, ma perchè vogliono sempre sistemarsi?”

La lettera del Narciso DonGiovanni, 40 enne cagliaritano: ” Non c e’ niente di male nel desiderare matrimonio e famiglia, ma allora non state con uomini che da subito vi dicono che con loro quello, matrimoni figli e famiglia, non ci sara’ mai. Siete cosi intelligenti ma poi vi rendete ridicole”

L’amore non passa mai di moda. Oggi mi sono svegliato con questo pensiero: viviamo in un mondo dove nel tempo breve di una esistenza cambiano mode, usi, costumi, principi. L’ unica cosa che non cambia e che rende me quarantenne uguale al mio bisnonno, vissuto nel ‘800, e’ l amore. Io, come il mio bisnonno, ho la fama di essere -per certe donne- un don giovanni per altre un narcisista che vive solo per appagare le proprie esigenze. Ma non e’ cosi. Io semplicemente amo le donne. Le adoro. Mi innamoro. Cerco di possederle e anche di conquistarle. Sono romantico e passionale. Con qualcuna sono durato anche un paio d’anni. Sono sempre stato coerente con il mio modo di essere e pensare quindi non ho fatto figli ne matrimoni. Quello che pero’ non comprendo e’ la testardaggine di certe donne. Specie le mie coetanee. Spesso sono donne indipendenti, soddisfatte del loro lavoro, qualche volta hanno figli, sembrano forti, si propongono per storie non troppo impegnative e poi, sul piu’ bello, diventano piagnucolose o agguerrite, vogliono di piu’. Vogliono tutto: fidanzarsi, sposarsi convivere se non hanno figli figliare…e insomma era tutta una recita quella della donna moderna che auspica alla parita’. In realta’ desidera quello che anche la mia bisnonna desiderava. Non c e’ niente di male nel desiderare matrimonio e famiglia, ma allora non state con uomini che da subito vi dicono che con loro quello, matrimoni figli e famiglia, non ci sara’ mai. Siete cosi intelligenti ma poi vi rendete ridicole. Ho vissuto veramente situazioni imbarazzanti con donne mature, ma anche con ragazze piu’ giovani, che senza alcuna dignita’ aspettano all’infinito che io diventi quello che non sono e non saro’ mai. O addirittura cercare i miei amici con i quali creare storie per ripicca. Insomma come diceva Battisti: “io Don Giovanni… ma tu dimmi chi ti paga ? “.

Narciso Don Giovanni da Cagliari

Risposta di Raffaella Aschieri: Narciso, ti deludero’, ma e’ evidente che la donna che ha ispirato questa lettera ti ha ferito. Pensaci, magari era quella giusta e ora se la ride col tuo amico. Per il resto alcune tue considerazioni le condivido: ci sono ancora troppe donne che hanno paura di ammettere sin da subito di desiderare un rapporto stabile, figli e famiglia piu’ che la carriera. Credo che dipenda da piu’ fattori: anche la donna oggi non ha piu’ ben chiaro cosa vuole essere principalmente complice la crisi economica e lavorativa insieme alla crisi del sistema famiglia. Scrivete le vostre lettere d amore a [email protected]


In questo articolo: