1 NOVEMBRE PARATA INAUGURALE INVITAS CON DOLCI GRATIS

INVITAS Fiera di Cagliari – Ingresso GRATUITO. Il festival del fatto, del prodotto e della cucina tipica della tradizione sarda

INVITAS

Fiera di Cagliari – Ingresso GRATUITO. Il festival del fatto, del prodotto e della cucina tipica della tradizione sarda.

PROGRAMMA / ORARIO SPETTACOLI GRATUITI

31 ottobre ( dalle h.18.00 alle 23.00)

1 novembre ( dalle h.10.00 alle 23.00)

2 novembre  ( dalle h.10.00 alle 23.00

3 novembre  (dalle h. 10.00 alle 23.00)

PARATA INAUGURALE CON DOLCI GRATIS Parata inaugurale con corteo sulle tradizioni, storico e culturale. Il corteo composto da oltre 150 figuranti tra maschere arcaiche, abitanti di Tzur (ex Tharros) in costumi nuragici, il corteo medioevale che accompagnerà Eleonora d’ Arborea  etc) protagonisti di InvitaS 2019 percorreranno viale Bonaria, Via del cimitero, viale Diaz fino ad arrivare alla Fiera della Sardegna, dove, in presenza delle autorità si darà il via a “su cumbidu” gesto di

offerta dove verranno distribuiti oltre 50 chili di dolci sardi.

INVITAS 2019  Musica in diffusione, esibizioni, giochi antichi, show cooking, food danno luogo ad un evento che ha lo scopo di tenere “IN-VITA” le tradizioni e la storia della Sardegna accompagnato da eccellenze alimentari, gastronomiche ed artigianali e che quest’ anno ospita per prima volta le opere i  dell’ artista Salvatore Pinna (Zigantes) e attrezzature e strumenti dell’ epoca medioevale della Sardegna a cura dei Balestrieri di Cagliari “Castel di Castro”.

Un evento incentrato sulla Sardegna dunque rappresentato da:  ESPOSITORI DI ECCELLENZE ALIMENTARI E ARTIGIANALI  (Padiglione I)

Nei padiglioni I e G, Invitas presenterà espositori di prodotti artigianali, alimentari (formaggi, olio, miele, dolci, vino, etc) di piccoli produttori  di aziende agricole provenienti da tutta la Sardegna. Oltre 80 le aziende partecipanti

CUCINE TIPICHE E STREET FOOD (Padiglione G) Il padiglione G  con oltre 300 posti al coperto si potranno degustare cucine tipiche a prezzi economici.

I primi sono a cura dello Chef e Maestro Leonildo Contis che proporrà ad euro 5,00a portata le lasagne campidanesi, le lasagne “in casada” (formaggi sardi), riso agli asparagi e zafferano, e trofieal pesto e fagiolini con guanciale croccante.

I secondi proposti variano dagli arrosti in cui primeggia il maialetto arrosto, la tratalia, cordula, arrosticini di pecora, la porchetta arrosto servita su pane abbrustolito con un filo d’ olio, “brebei burger” con hamburger di pecora e ricotta mustia, e per i prodotti di mare le ostriche Fabrizie della cooperativa pescatori di Tortoli e pesce fritto (i secondi vanno da un minimo di 5 euro ad un menù completo max di 15 euro con bevande). Panini farciti a tema sardo

Il Maestro Leonildo Contis propone il suo “punto di forza” ossia la millefoglie e meringa, la pardula da passeggio. Le donne di Nuraxi propongono i raviolini fritti sulcitani alla ricotta cotti a vista. Presente anche pasticceria cotta a vista e dolci tipici sardi

Birrifici artigianali accompagneranno il food. I produttori di birre artigianali provengono da tutta la Sardegna.

SPETTACOLI GRATUTI SULLA TRADIZIONE SARDA PER TUTTA LA MANIFESTAZIONE ( OLTRE 300 ARTISTI)

31/10 – GIOVEDI

  1. 18,00 – Apertura degli stand espositivi
  2. 18,30 – Festeggiamo “Is Animeddas” a cura dell’Associazione Libera che accoglieranno i bambini offrendo loro dei dolci, noci, mandarini secondo le usanze cosi come detta la Tradizione del Sud Sardegna.
  3. 21,00 – In uno scenario surreale, con candele e musiche in sottofondo Pierluigi Serra (scrittore affermato di Fantasmi a Cagliari e opere di successo) coinvolgerà il pubblico con storie e racconti popolari della tradizione sarda. La voce narrante di Pierluigi Serra avrà come contorno “Anime” e streghe che compariranno all’ improvviso (impersoneranno le animas bonas e malas) ci faranno trascorrere una serata ricca di sorprese e brividi. Le “anime” e le “streghe” sono rappresentate dalle figuranti dell’Associazione Libera

 

01/11- VENERDI

  1. 10,00 – Apertura degli Stand Espositivi
  2. 11,00 – Parata inaugurale con corteo sulle tradizioni, storico e culturale. Il corteo composto da oltre 150 figuranti tra maschere arcaiche, abitanti di Tzur (ex Tharros) in costumi nuragici, il corteo medioevale che accompagnerà Eleonora d’ Arborea etc)

protagonisti di InvitaS 2019 percorreranno viale Bonaria, Via del cimitero, viale Diaz fino ad arrivare alla Fiera della Sardegna, dove, in presenza delle autorità si darà il via a “su cumbidu” gesto di offerta dove verranno distribuiti oltre 50 chili di dolci sardi.

  1. 16,00 – Rappresentazione storica degli Abitanti di Tzur (Tharros). Ben 35 figuranti nuragici tra adulti e bambini daranno vita alla storia nuragica in Sardegna.
  2. 17,00 – Corteo medioevale dove soldati, esercito, crociati (Gruppo Medioevale Funtana Onnis di Guasila) scorteranno Eleonora d’ Arborea e le sue ancelle oltre alla Vestizione, ci sarà la lettura della Carta de Logu (Proloco di Oristano)
  3. 18,00 – Il Gruppo folk polifonico “S’ Allerghia” di Cagliari diretto dal maestro toto Lecca ci canteranno canzoni tipiche della tradizione sarda come “Badde lontana”, “No potho reposare etc”
  4. 19,00–Esibizione a cura della Maschere di Sestu “Is Mustayonis e S’ Orku Foresu”

02/11- SABATO

  1. 10,00 – Apertura degli Stand espositivi
  2. 16,00 – Ziu Franco di Tortolì presenterà i “giogusu antigus”. Dopo una presentazioni dei giochi di un tempo, su come si utilizzavano e come si costruivano, si darà vita a dei veri giochi dove nonni/genitori sfideranno nipoti/figli e si giocherà tutti insieme con la ruota, la trottola, la fionda etc. La partecipazione ai giochi è gratuita e aperta a tutti.
  3. 17,00 – Show cooking a cura del Maestro Leonildo Contis sulla preparazione della Millefoglie e dolci (Padiglione G)
  4. 18,00 – Esibizione canora a cura della Cantante “Elena Ciccu” che ci intratterrà con canzoni e musiche sarde.
  5. 19,00 – Esibizione della Maschere arcaiche “Is Cerbus” di Sinnai.

03/11- DOMENICA

 

  1. 10,00 – Apertura degli stand espositivi
  2. 11,00 – Ziu Franco di Tortolì presenterà i “giogusu antigus”. Dopo una presentazioni dei giochi di un tempo, su come si utilizzavano e come si costruivano, si darà vita a dei veri giochi dove nonni/genitori sfideranno nipoti/figli e si giocherà tutti insieme con la ruota, la trottola, la fionda etc. La partecipazione ai giochi è gratuita e aperta a tutti.
  3. 17,00 – Show cooking a cura del Maestro Leonildo Contis sulla preparazione della Millefoglie e dolci (Padiglione G)
  4. 18,00 – Parata storico Medioevale a cura de la “Farandola”. Rappresentazione storica di Tiro con l’arco e arnesi medioevali a cura dell’Associazione Medioevale di Guasila
  5. 19,00 – Rappresentazione e giochi medioevali. Spettacolo con il

fuoco a cura dei Fire Drops .


In questo articolo: