Vela, Andrea Mura: tutto pronto per la nuova sfida Ostar 2017

Presentata questa mattina a Cagliari la nuova sfida delle regate oceaniche: per il campione sardo Andrea Mura l'ennesima impresa estrema

Autore: Alessandro Congia il 13/04/2017 14:33



Vela, Andrea Mura: tutto pronto per la nuova sfida Ostar 2017

Tra dieci giorni si parte, il velista Andrea Mura si prepara per una nuova sfida delle regate oceaniche, stavolta la partenza ufficiale è quella del 29 maggio da Plymouth, ma il campione sardo lascerà l'Isola dal porto di Cagliari (con destinazione Inghilterra), sabato 22 aprile 2017

Ostar 2017 culminerà con la partenza di Andrea Mura alla volta dell'Inghilterra il 29 maggio. La barca, il pluripremiato Open 50 “Vento di Sardegna”, salperà da Cagliari via mare il 22 aprile alle ore 12.00. Prima, si terrà un importante evento di 2 giorni a Cagliari (21 e 22 aprile) che vuole essere occasione di festa in vista della partenza dello skipper per questa impresa estrema, ma soprattutto occasione di avvicinamento (sempre maggiore) dei sardi alla vela e di contestuale promozione culturale, sportiva, sociale e turistica della città e della nostra terra di Sardegna, lezioni gratuite in pubblico, poi argomenti come alimentazione, archeologia e storia della navigazione della Sardegna, tecnologia, scienze motorie, psicologia sportiva. 

L’EVENTO. La due giorni, 21 e 22 aprile 2017, in collaborazione con l’Associazione Velica e Culturale Vento di Shardana. Vi saranno dozzine di classi scolastiche inviate dal Provveditorato agli studi Regionale, entusiasta del progetto formativo per i bambini. Sarà un evento culturale, poiché il programma prevede delle brevi “lezioni” gratuite in pubblico, nel corso della due giorni, su tematiche come: alimentazione, archeologia e storia (della navigazione, della Sardegna, ecc), tecnologia, scienze motorie, psicologia sportiva, tenute da affermati studiosi nei vari ambiti.

Sarà un evento sociale, perché saranno coinvolti gli Enti e le Associazioni a favore dei bambini diversamente abili o affetti da patologie comunque invalidanti. Sarà presente l’associazione “Vela Solidale Sardegna” di cui Mura è il Testimonial, che cura bambini affetti da autismo e spine bifide,  responsabile il Dott. Giuseppe Masnata.

Verranno stampate delle foto da autografare e regalare a tutti. Per questo evento, dallo scorso novembre, sta lavorando senza sosta una forte squadra di professionisti. E’ stato coinvolto l'Assessorato al Turismo della Regione Sardegna che ha concesso il patrocinio, così come il Comune di Cagliari, il CONI, la FIV (Federazione Italiana Vela, III zona), l'Esercito Italiano, l'Autorità portuale di Cagliari, il Marina di Portus Karalis al centro di Cagliari per l’appoggio logistico, l’Università di Cagliari, L’Area Marina Progetta di Villasimius, il Rotary Club di Cagliari, lo Yacht Club Costa Smeralda, la Fondazione di Sardegna. Tantissime anche le associazioni, gli Yacht Club e le altre maestranze locali e non (oltre ai partner tecnici e mediatici) coinvolte per la buona riuscita dell’evento. Una vera mobilitazione per salutare Andrea!

Vi saranno circa 35 “open Bic” (piccole imbarcazioni) armate e pronte a navigare provenienti dalle scuole di vela di Porto Pino, Villasimius e Arbatax, dove ogni bambino agonista sarà promoter della vela, oltre ad atleti provenienti da tutta la Sardegna. Sarà attivo il simulatore della FIV (un Optimist montato su cardani) dove gli istruttori permetteranno al pubblico di cimentarsi nella simulazione della navigazione a vela. Clou dell’evento la partenza di Mura sabato 22 alle ore 12, salutato anche in mare da barche, charter e soprattutto dalla presenza di una nave della Marina Militare (ORIONE), giunta ad hoc. (info tratte da http://www.pressmare.it/)

 





TAGS:  andrea mura