Viva il fitness, su Radio Casteddu i segreti su come allenarsi con il trainer Ruggero Ruggeri: “Ecco come migliorarsi con gli Emom”

Ogni martedì, giovedì e il sabato alle 11,32, alle 13,42 e alle 16,42 va in onda il programma di Radio Casteddu con i consigli dell’esperto su come migliorare la propria attività fisica. “Nel mondo dell’hit l’Emom è caratteristico, ecco lo schema di un allenamento tipo”

Viva il fitness, su Radio Casteddu i segreti sui come allenarsi con il trainer Ruggero Ruggeri. Ogni martedì giovedì e il sabato alle 11,32 alle 13,42 e alle 16,42 va in onda il programma di Radio Casteddu con i consigli dell’esperto su come migliorare la propria attività fisica. “Nel mondo dell’hit l’Emom è caratteristico- ha spiegato il personal trainer Ruggero Ruggeri durante l’ultima puntata- si tratta di un importante strumento di lavoro nel mondo dei personal trainer, perchè il volume di lavoro vada ad aumentare insieme alla funzionalità del corpo. Ad esempio se l’atleta è carente nei push up l’Emom è lo strumento ideale per migliorare questa competenza motoria. Un allenamento Emom si sviluppa scegliendo quante ripetizioni fare nel singolo minuto, ad esempio possono essere sei o otto: la scelta è basata sui test precedenti. Contestualmente si fa partire un cronometro per capire in quanto tempo si riescono a fare gli otto push-up. I secondi rimanenti all’interno del minuto rappresentano il recupero dell’atleta, legato ai numeri di secondi già spesi negli esercizi. Durante l’Emom ci vogliono almeno sei minuti perchè l’esercizio sia allenante, all’interno dello stesso minuto si possono mettere anche più esercizi oppure alternarli negli altri minuti. Ad esempio si possono alternare dieci burpees e cinque sit up, ovvero un lavoro total body e uno sugli addominali. Al quinto sit up parte il recupero. Quando scadono i dieci secondi si riparte, si può fare minimo per sei volte per migliorare la condizione dell’atleta”.

Ci sono naturalmente vari esempi di Emom, illustrati da Ruggero Ruggeri durante la puntata di “Viva il fitness” su Radio Casteddu: “In sei minuti si può dunque scegliere o un singolo esercizio come uno squat, un push up o il sit up, ma vi consiglio di allungare i tempi degli Emom e protocollare questi due esercizi per 12 volte, arrivando a 12 minuti ad esempio con dieci burpees e con 15 crunch, con le gambe sollevate e la punta delle mani che tocca la punta dei piedi. Si tratta di attività ad alta intensità, che sviluppa la capacità del corpo di ossidare”. Per conoscere tutti gli altri segreti del fitness


In questo articolo: