Vittorio Maullu scomparso da Asuni, il misterioso messaggio al prete: “Pensa a mia mamma”

La clamorosa rivelazione fatta a “Chi l’ha visto?” dal parroco del paese, don Manolo. Il 58enne cagliaritano avrebbe anche “nascosto” alla famiglia “un malessere”, il figlio Simone: “È stato visitato da qualche dentista? Se sì, vogliamo saperlo”

A quasi un mese esatto dalla scomparsa di Vittorio Maullu, ex poliziotto penitenziario cagliaritano di 58 anni, emerge una novità clamorosa. Durante il servizio mandato in onda dalla trasmissione tv di Rai 3 “Chi l’ha visto?”, infatti, don Manolo Venturino, parroco di Asuni, confida di aver ricevuto, qualche giorno prima del nove dicembre 2019, un messaggio da Maullu: “Pensa per mia mamma”. Una richiesta decisamente particolare, quattro parole alle quali ne sono seguite altre, in una sorta di vera e propria confessione religiosa: “Non posso dire altro, ci sono delle indagini”, ha poi tagliato corto il religioso. Ma uno dei figli di Maullu, Simone, contattato da Casteddu Online, aggiunge che “sappiamo che papà aveva detto di non stare bene. Aveva dei problemi ai denti ma il suo dentista l’ha visitato l’ultima volta a marzo 2019. Qualche altro dentista l’ha forse visitato? Se sì, si faccia avanti, anche in anonimo”. Un mistero nei tanti misteri legati alla sparizione dell’uomo, diventato un “fantasma” dalle 13:30 di cinque lunedì fa, dopo aver ricevuto una telefonata misteriosa che l’ha portato “ad infuriarsi”, come testimoniato dalla sorella. I familiari si sono rivolti all’avvocato Gianfranco Piscitelli, e il legale è alla ricerca di tracce utili a far riaprire le ricerche: “Era un uomo molto riservato, parlava poco anche con la sua famiglia”.

 

La moglie e i figli continuano a pensare che qualcuno possa avergli fatto del male. E il figlio Simone, guardando dritto nella telecamera di Rai 3, ha lanciato un nuovo appello: “Papà, noi ci siamo e siamo pronti ad aiutarti per tutto”.