Villasimius, maxi evasione fiscale di una società di abbigliamento: nascosti 400mila euro

Tutti i ricavi di due anni non inseriti nella dichiarazione dei redditi, le Fiamme Gialle scoprono il “buco”: un imprenditore, adesso, dovrà vedersela con l’Agenzia delle Entrate e l’autorità giudiziaria

Quattrocentomila euro nascosti al Fisco tra il 2015 e il 2016: per due anni, un’impresa di abbigliamento di Villasimius non ha dichiarato nemmeno un centesimo allo Stato. Crisi totale? No, “evasione totale”, come è stato certificato dalle Fiamme Gialle di Muravera, che hanno concluso tutte le verifiche del caso. E, ancora una volta, una mano d’aiuto è arrivata dallo Spesometro, il database in cui sono contenuti tutti i dati relativi alle fatture  emesse e ricevute da ogni contribuente titolare di partita Iva. Prima, i finanzieri hanno analizzato tutti i documenti dei fornitori della società. È così emerso che, per due anni, non sono stati dichiarati ricavi per 398576 euro e, all’appello, sono mancati anche 85254 euro di Iva. 
 
L’imprenditore, oltre che all’Agenzia delle Entrate, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per aver omesso la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e per aver occultato le scritture contabili obbligatorie.