Videopoker illegali e bariste senza contratto, multa da capogiro per un commerciante di Capoterra

Tre macchinette mangiasoldi non collegate alla rete dei Monopoli di Stato e due cameriere intente a lavorare ma senza lo straccio di un contratto: brillante operazione delle Fiamme Gialle, nei guai il titolare di un bar a Capoterra

Tre videopoker accesi e carichi di soldi (oltre 1600) ma non collegati alla rete dei Monopoli di Stato e due bariste senza contratto. A scoprire le irregolarità in un bar di Capoterra sono stati gli agenti delle Fiamme Gialle di Sarroch. Dopo aver verificato che le macchinette mangiasoldi erano irregolari e che le due donne non avevano uno straccio di contratto, i finanzieri hanno denunciato a piede libero il titolare del bar, i reati sono quelli di esercizio del gioco d’azzardo e truffa.

 

E scattano anche le maxi multe: da mille a seimila euro di multa per ogni videopoker irregolare e da 1800 a diecimila euro per ogni lavoratrice in nero.


In questo articolo: