Orrore a Sassari, cagnolino seviziato con il fuoco: rischia di restare per sempre cieco

Un gesto gravissimo, il meticcio è stato soccorso da alcuni passanti e si trova nella clinica veterinaria didattica per ricevere le cure dei medici. “Fuego”, così è stato ribattezzato il cane, è salvo ma potrebbe perdere la vista. Polizia a caccia dei responsabili 

Un gesto orribile, uno di quei casi “estremi” nei quali si fa davvero fatica a capire se la bestia non possa essere l’uomo e non l’animale. Un meticcio di un anno e mezzo stava per morire dopo che qualcuno gli ha dato fuoco: il suo corpicino, immobile, è stato trovato in una strada del rione sassarese del Monte Bianchino. “Siamo stati avvisati e ci siamo precipitati per prenderlo e portarlo alla clinica veterinaria”, spiega Andrea Loriga, 40enne sassarese, titolare di un servizio taxi per animali. “Stava davvero molto male, aveva il collare stretto attorno al collo con tanto di corda a sua volta legata”, racconta Loriga.

 

“Fuego”, così è stato ribattezzato dai medici della clinica veterinaria, non è fortunatamente in pericolo di vita. Doverà però anche essere sottoposto a una visita oculistica, perchè c’è il fortissimo rischio che, a causa delle bruciature, possa perdere per sempre la vista. La polizia, intanto, sta svolgendo tutte le indagini del caso per risalire agli autori del folle gesto.


In questo articolo: