Vertenza Aias, la Cgil: “L’ente accusa l’Asl che paga gli stipendi”

Dura polemica sugli stipendi in ritardo dei dipendenti Aias


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Vertenza Aias, la Cgil risponde duramente all’ente di randazzo con una nota durissima diffusa oggi: “Non ci è mai capitato di sentire un dirigente sindacale “tuonare” contro due Asl che, in qualità di committenti si sono sentite in dovere di saldare direttamente ai lavoratori le spettanze loro dovute dal datore di lavoro appaltatore inadempiente.  

Non ha alcun fondamento la pretesa che, senza apertura di procedura di infrazione da parte della Ugl, i singoli lavoratori non possano beneficiare della procedura prevista dall’articolo 1676 del Codice Civile. Recita infatti tale articolo: ”Coloro che, alle dipendenze dell’appaltatore, hanno dato la loro attività per eseguire l’opera o per prestare il servizio possono proporre azione diretta contro il committente per conseguire quanto è loro dovuto, fino alla concorrenza del debito che il committente ha verso l’appaltatore nel tempo in cui essi propongono la domanda.” Ci pare evidente che il diritto è in capo ai lavoratori e non al sindacato.  

Queste organizzazioni, che sono da anni impegnate in una battaglia tesa a ottenere dall’Aias il rispetto dei diritti dei lavoratori e il riconoscimento della reale rappresentanza sindacale, assicurano che proseguiranno nel loro impegno, utilizzando tutti gli strumenti sindacali e giudiziari a loro disposizione,  fino a che l’Aias non si comporterà come un datore di lavoro corretto. Invitano tutti gli altri dipendenti Aias a porre in essere la procedura necessaria per il pagamento di tutte le mensilità arretrate e si impegnano a fornire loro la necessaria assistenza”.


In questo articolo: