Tutto pronto per l’avvio di Smart Cityness

Il primo festival della Sardegna interamente dedicato alla smart city e all’innovazione

Inizierà venerdì 26 settembre, e terminerà domenica 28, il festival Smart Cityness, manifestazione ideata e organizzata dall’associazioneUrban Center Cagliari, che affronterà, per la prima volta in Sardegna, le tematiche della Smart City e dell’innovazione.

L’evento, patrocinato dall’Università di Cagliari e dal Comune di Cagliari, sarà realizzato nel capoluogo isolano in uno dei quartieri più suggestivi e antichi della città: il quartiere Castello; e più precisamente tra il Ghetto degli Ebrei, in via Santa Croce 18, e l’adiacente Chiostro del Dipartimento d’Architettura dell’Università di Cagliari.

 

Nato da un’idea dell’associazione Urban Center CagliariSmart Cityness sarà un luogo ed un momento d’incontro per cittadini, amministratori, aziende e imprese locali per ragionare sul futuro delle nostre città e dei territori, al fine di creare una visione d’insieme che emerga dal confronto e dalla sinergia tra attori locali. Smart Cityness è, prima di tutto, una visione innovativa del concetto di città e di cittadinanza.

 

Saremo tutti protagonisti”, questo lo slogan usato durante la campagna promozionale e che va a ricalcare il reale spirito con cui la manifestazione sarà sviluppata. Smart Cityness pone il cittadino al centro della riflessione sulla città intelligente e grazie ad un laboratorio di innovazione territoriale li chiama a lavorare insieme all’interno di tavoli di lavoro tematici. ColLABora permetterà ai partecipanti di confrontarsi e di generare idee di progetto per una Cagliari più innovativa e creativa. Il progetto migliore, valutato durante l’ultima giornata di Smart Cityness, verrà poi sviluppato in fase post evento anche grazie al contributo di partner come Sardegna Ricerchel’Istituto Europeo di Design, la startup Nordai, e il Comune di Cagliari.

 

Smart Cityness darà spazio alla conoscenza ed al confronto. Al Ghetto degli Ebrei sarà allestita l’area meeting, dove esperti del settore e amministratori locali si confronteranno su temi che vanno dall’alimentazione alla mobilità, dalla cultura al vero significato del termine “smart city”.

Quest’ultimo tema avrà un ruolo fondamentale, e sarà affrontato con un ospite d’eccezione, Íñigo de la Sernasindaco della città spagnola di Santander e presidente della RECI, la Rete Spagnola delle Città Intelligenti.

 

All’interno del festival sarà presente anche un’area expo, nella quale aziende e Start Up innovative locali presenteranno i propri prodotti e servizi, così da far conoscere all’intera città un nuovo modo di fare impresa, con la speranza di riuscire a creare una solida base per un futuro economico e sociale migliore per il nostro territorio.

 

Il festival aprirà al pubblico nella giornata di venerdì 26, alle ore 16.30, per lasciar spazio alla prima conferenza alle 17.00 dal titolo “Il territorio e la città dimensioni dell’innovazione sociale e tecnologica”.


In questo articolo: