Tutta San Gavino in festa per i cento anni di madre Lina Pinna

Il bellissimo compleanno della fondatrice del convento festeggiato da tutto il paese

Tutta San Gavino in festa, oggi Madre Lina Pinna, fondatrice del convento “Cuore addolorato e immacolato di Maria”, compie 100 anni. Tutto il paese si unirà ai festeggiamenti nel convento dove la suora vive con i suoi parenti. Una breve messa nella chiesa del convent e poi un rinfresco. “Una vita dedicata alla chiesa – scrive il nipote Michele – e alle persone. Tutti in paese le vogliono bene e festeggeranno con lei, ma anche più di cento persone provenienti da tutta la Sardegna che l’hanno conosciuta in questi anni”.

 

Ecco la descrizione del nipote Michele. “Madre Lina Pinna nacque a Cagliari il 23 Ottobre 1913, seconda di 7 figli. Fin da piccola aiuta la sua umile famiglia nell’allevare con amore i fratelli che per sempre la vedranno come un’amorevole seconda mamma. Si diploma alle magistrali, e a causa della guerra, con tutta la famiglia sfolla a Villasimius dove il fratello prete e’ parroco del paese. Da quel momento inizia ad insegnare nelle scuole elementari dei paesi vicini come Castiadas, raggiungendoli anche a piedi a causa dell’assenza di mezzi di trasporto. Già da ragazza sentiva dentro di se una fortissima fede e una particolare attitudine alla comprensione e all’aiuto per il prossimo. Prima fra tutte veniva la sua famiglia, poi le persone bisognose dei luoghi in cui viveva. Presto maturò in lei la vocazione, la chiamata del cielo e la sua decisione fu quella di dedicarsi completamente a Dio, alla preghiera: voleva diventare monaca di clausura. Ma un giorno un incontro con un padre molto particolare che segnò la sua vita e la distolse dal rinchiudersi in un convento, facendole una predizione : “incontrerai una persona importantissima e dovrai sostenerla sempre,se diverrai suora di clausura questo non potrà avvenire”. La predizione si avverò e la persona che doveva conoscere in effetti esisteva. Si tratta della carismatica signorina Linuccia Argiolas, con la quale ormai vive da oltre 50 anni e che ora dimora nel convento di San Gavino per le sue precarie condizioni di salute. Nel tempo divennero una cosa sola e affrontarono assieme tanti problemi e tante sofferenze. In tutta Italia esistono sedi di questo cenacolo: tra i più importanti quello di Pescia e di Roma. Madre Lina diede vita a molte colonie (da ricordare quella di Arborea), asilo nido e scuole materne, per esempio quella di Cagliari che si trova al Poetto”.


In questo articolo: