Turismo e fede, 2 milioni per sette cammini religiosi in Sardegna

Chi affronterà questo percorso, oltre a vivere un’ esperienza spirituale unica, avrà anche la possibilità di conoscere l’importanza storica e culturale di questi luoghi


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Più di 2 milioni di euro per i cammini religiosi in Sardegna, compreso quello di Sant’Efisio:  pronta l’attivazione dei progetti programmati, più infrastrutture e servizi per la promozione per chi decide di recarsi da Cagliari a Nora (e ritorno) sulle orme del Martire protettore della Sardegna. Una delle più lunghe e suggestive processioni del Mediterraneo, diventata cammino, ora potrà godere del fondo Funt ( fondo unico nazionale del turismo) che sarà diviso in parti uguali tra i 7 cammini religiosi in Sardegna, e nello specifico il Cammino di Sant’ Efisio “così da attivare subito la progettualità, l’infrastrutturazione e la promozione” ha spiegato Giovanni Montis, Assessore allo sport e spettacolo di Capoterra.

Un Cammino lungo quasi 100km che sarà percorribile tutto l’anno da Cagliari fino a Pula “passando per tutte le zone montane del nostro territorio all’andata e nelle zone a mare al ritorno. Un progetto che in 2 anni è riuscito a prendere vita e finalmente si sta’ portando a compimento che valorizzerà a pieno tutto il nostro territorio”.

“Chi affronterà questo percorso, oltre a vivere un’ esperienza spirituale unica, avrà anche la possibilità di conoscere l’importanza storica e culturale di questi luoghi – aveva spiegato il sindaco di Pula Walter Cabasino -, i cammini religiosi rappresentano il filone più importante del cosiddetto turismo lento, una forma più sostenibile e più attenta a cogliere tutte le opportunità che offre un territorio come il nostro”.