Torna la guerra ai furbetti dell’ombrellone a Costa Rei: prenotano la spiaggia e vanno a dormire

“Ombrelloni lasciati in spiaggia a Costa Rei e proprietari cafoni a dormire in casa loro!”, denuncia Andrea Schirru. Spessa spiaggia, stesso mare, stesso posto, e poco importa se ci sono anche gli altri

Torna la guerra ai furbetti dell’ombrellone a Costa Rei: prenotano la spiaggia e vanno a dormire. Un “malcostume” sempre più diffuso, in un arenile affollato in piena estate. C’è chi vuole sempre i posti migliori, quelli con vista sul bagnasciuga. Spessa spiaggia, stesso mare, stesso posto, e poco importa se ci sono anche gli altri. Per i nostri lettori, si tratta di una scorrettezza molto diffusa in Sardegna e in particolare nelle bellissime spiagge del Sarrabus. Talmente ambite e affollate da essere costantemente “prenotate”: gratis però, stavolta non è colpa degli stabilimenti balneari, o della polemica sul fatto che troppi tratti delle nostre bellissime coste sono finiti in mano ai privati assottigliando i tratti di spiaggia libera, cioè accessibile anche a chi non può permettersi dai 15 ai 30 euro per un posto al sole. “Ombrelloni lasciati in spiaggia a Costa Rei e proprietari cafoni a dormire in casa loro!”, denuncia Andrea Schirru.



In questo articolo: