Torna a Cagliari “Sound and Vision”

Appuntamento sabato 27 alle 21,30 nello storico Palazzo Siotto

Musica e disegni si incrociano e si fondono nell’incontro fra i Dorian Gray e l’illustratore e fumettista fiorentino Ausonia, per l’atteso ritorno a Cagliari di“Sound and Vision”sabato 27 dicembre a Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114), a partire dalle 21,30.

Ideato dalla cooperativa Vox Day in collaborazione con Coconino Press, la casa editrice bolognese specializzata in graphic novel, “Sound and Vision” è uno spettacolo giocato su due livelli narrativi: un viaggio nell’universo sonoro dei Dorian Gray, illustrato e interpretato all’impronta da Ausonia attraverso i suoi disegni, realizzati dal vivo e proiettati su uno schermo di pari passo con i brani, strumentali e cantati, della band cagliaritana di Davide Catinari (voce, chitarra acustica, percussioni), Samuele Dessì (chitarre, loops, voci), Nico Meloni (chitarre) e Jacopo Vannini (tastiere, theremin, percussioni, bass pedal e voci).

È proprio con Ausonia che “Sound and Vision” ha debuttato nel febbraio del 2013 a Roma per essere poi replicato con altri artisti del disegno e del fumetto, come Paolo Bacilieri, Andrea Bruno e Davide Toffolo, in diverse occasioni: a Torino, Milano, Bologna, Brescia, La Spezia, Cagliari, Sassari, in club come l’Arci Tambourine di Seregno e il Bloom di Mezzago, e nel prestigioso contesto del festival Lucca Comics & Games.

Per l’appuntamento di sabato 27 a Cagliari, organizzato in collaborazione con l’associazione Le Officine, “Sound and Vision” sarà proposto nella cornice della sala principale di Palazzo Siotto, in una dimensione più intima, dunque, rispetto alle precedenti uscite. Anche per la limitata disponibilità di posti, si consiglia di prenotare i biglietti, a cinque euro, telefonando al numero 070 84 03 45 oppure al 346 31 41 735.

Ausonia, al secolo Francesco Ciampi, è autore di diversi graphic novel, tra cui “Pinocchio – Storia di un bambino”, “P-HPC Post-Human Processing Center”, “The Art Of Ausonia”, “Interni – o la miserevole vita di uno scrittore di successo” (vincitore del Premio Micheluzzi per la sceneggiatura) e “Le 5 Fasi”. Classe 1973, dal 1997 è docente di fumetto e illustrazione alla Scuola internazionale di Comics di Firenze, la sua città natale. Nel 2010 Lucca Comics & Games gli ha dedicato una personale a Palazzo Ducale: il catalogo della mostra è stato pubblicato col titolo “Interni Immaginari” (Double Shot). Nel 2012, per l’editrice Coconino Press è uscito “ABC”, un graphic novel di oltre 260 tavole in cui Ausonia ha interamente realizzato a grafite i disegni in uno stile che ricorda quello di Egon Schiele.

Sulle scene della musica indipendente dalla fine degli anni Ottanta, i Dorian Gray si consolidano nel decennio successivo, una delle stagioni più fertili dell’underground italiano. Sette album, un’intensa attività concertistica in patria e all’estero (prima band italiana in Cina Popolare), premi e riconoscimenti (come quello alla carriera ricevuto nel 2009 al MEI il Meeting delle Etichette Indipendenti), definiscono la storia del gruppo, da sempre guidato dal cantante Davide Catinari. Apprezzati dalla critica, notati anche da Fernanda Pivano per i versi di alcune delle loro canzoni, con “Sound and vision” i Dorian Gray hanno sviluppato l’idea del rapporto con il linguaggio dei disegni già accennata dalla grafica degli ultimi due dischi, “Forse il sole ci odia” (2008) e “La pelle degli spiriti” (2011), illustrati rispettivamente da Igort e da Manuele Fior.


In questo articolo: