Spaccio di droga, Is Mirrionis nel mirino: 4 arresti in 3 giorni

Coca, hashish e marijuana. La polizia ha arrestato tre persone ieri in via Is Mirrionis. Due giorni fa un arresto in via Seruci

D’estate aumentano i turisti. E lo spaccio anche. Così la polizia stringe sui controlli. Per esempio a Is Mirrionis dove sono state arrestate 4 persone in pochi giorni.  Tre, in due operazioni, nella giornata di ieri. Nel primo episodio, un equipaggio della Squadra Volante, entrato nel corridoio cantine di un palazzo di via Is Mirrionis, ha incrociato un giovane che usciva frettolosamente dal locale caldaia per introdursi in una cantina insieme ad un’altra persona che lo attendeva nell’uscio della cantina stessa.

Immediatamente bloccati Salvatore Cardia 22enne con precedenti di polizia e Thomas Polizza 21enne, incensurato. Nel locale caldaia, gli agenti hanno rinvenuto 46 involucri termosaldati contenenti cocaina per il peso di 10.11 grammi e sul pavimento una scatoletta porta pillole con frammenti di hashish.

Perquisito, Cardia è stato trovato in possesso di 2 mila 262 euro in banconote di vario taglio custoditi in un borsello che portava a tracolla mentre Polizza è stato trovato in possesso di 195 euro, sempre in un borsello portato a tracolla. Nella cantina anche due bilancini di precisione, accesi un coltello da cucina, un coltello tagliacarta, entrambi con tracce di sostanza stupefacente e un paio di forbici. All’interno di una sacca è stato rinvenuto un impianto di videosorveglianza.

Nelle immediate adiacenze della cantina sono stati trovati due pacchi in plastica per il sottovuoto, aperti, con dentro numerose infiorescenze essiccate di marijuana (163 grammi) e un coltello da cucina con lama intrisa di sostanza stupefacente.

Qualche ora dopo, un altro equipaggio della Squadra Volante, allo stesso indirizzo, ha effettuato un controllo all’interno di un’abitazione. Dopo aver cercato di rintracciare l’occupante, visto che la porta era priva di serratura e risultava essere chiusa con una catena e un grosso lucchetto esterno, gli operatori hanno chiesto ausilio ai Vigili del Fuoco per l’apertura.

Una volta all’interno dell’abitazione si è presentato Roberto Marini, 49enne, pregiudicato, già noto ai poliziotti, che, in possesso della chiave del lucchetto, ha dichiarato di abitare nella casa stessa.

La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire, all’interno di una sacca occultata sotto alcuni vestiti, 17 panetti di hashish (1,669 kg), in una bustina in cellophane infiorescenza di marijuana (67.38; grammi) e in una scarpa riposta in una scarpiera vi era una bustina in cellophane contenente cocaina in pietra (9.45 grammi). Stamattina il processo per direttissima.

Sempre a Is Mirrionis il 19 agosto scorso è stato arrestato Daniele Medda, 28enne, trovato in possesso di circa 20 grammi di sostanza stupefacente, eroina e cocaina già suddivisa in dosi e la somma di 380 euro, verosimilmente provento di pregressa attività di spaccio. La droga era nascosta in un contenitore di plastica, che Medda portava con sé nel corso dell’attività di spaccio che effettuava all’interno dell’abitazione di Via Seruci. 


In questo articolo: