Solinas: “Sì ai tamponi negli aeroporti della Sardegna, il via nel fine settimana”

L’obbiettivo è quello di proteggere l’Isola dal virus. “Chi era deputato a garantire i controlli non l’ha fatto in modo efficace”, ha dichiarato polemico il presidente in esclusiva a Casteddu Online, “la variante Delta è presente in tutte le regioni con alti flussi turistici sta determinando la risalita dei contagi. Ora controlli più intensi, spero già dal weekend”

Tamponi negli aeroporti e nei posti della Sardegna, si parte da questo fine settimana. L’annuncio del presidente Christian Solinas, in occasione del nuovo tratto della pista ciclabile di Su Siccu. “Chi era deputato a garantire i controlli non l’ha fatto in modo efficace”, ha dichiarato polemico il presidente in esclusiva a Casteddu Online, “la variante Delta è presente in tutte le regioni con alti flussi turistici sta determinando la risalita dei contagi. Ora controlli più intensi, spero già da questo fine settimana”. Solinas pronto a far ritornare i controlli negli scali isolani. Col supporto fondamentale di Ats e Protezione Civile? Probabile, ma non ancora sicuro. Ciò che è certo è che, nel pieno dell’estate 2021, l’Isola torna a blindarsi per cercare di proteggersi dal Coronavirus e da tutte le sue varianti. Gli ultimi dati non sono buoni, i nuovi positivi scovati ogni giorno sono in risalita, e l’incubo di poter finire in zona gialla proprio nel clou della stagione estiva non fa sicuramente piacere. E allora, riecco i test nei porti e negli aeroporti della regione: solo a chi arriva dall’estero, con un faro puntato sulle zone cosiddette a rischio.

 

Per quanto riguarda le tratte nazionali, invece, al momento non è previsto nessun controllo, anche perchè tutta l’Italia è in zona bianca. Come ha precisato l’assessora regionale del Lavoro e vicepresidente della Giunta Alessandra Zedda, i tamponi per chi arriva dal resto del paese potrebbero essere un’opzione, ma sarà necessario valutare tutto in un un secondo momento.


In questo articolo: