sardegna / 22 Aprile 2022

Solinas apre a Olbia la Fiera Nautica: “Per la prima volta la Sardegna può vantare un evento fieristico nel settore”

 “Per la prima volta, anche la Sardegna può vantare un evento fieristico dedicato alla nautica, settore importante e trainante per l’economia e l’occupazione, ma anche componente di prestigio della filiera del turismo isolano. Era necessario avere un salone regionale di riferimento, che può innescare processi di sviluppo e di promozione nell'intero territorio regionale, proponendo l'Isola come un'unica destinazione nautica"

Di
apertura1 / 16 Marzo 2022

Rifiuti radioattivi, Solinas: “No della Sardegna definitivo e irrevocabile, pronti a ogni forma di protesta”

La Sogin ha trasmesso al ministero della Transizione Ecologica la proposta di Carta nazionale delle aree idonee: c’è anche l’Isola. “Lo Stato ddeve rispettare la volontà espressa dalla Sardegna a livello popolare e istituzionale. Nel 2011, in occasione del referendum, oltre il 97% del popolo sardo votò contro le scorie”

Di
apertura / 16 Marzo 2022

Tensione alle stelle in Sardegna, gli agricoltori scrivono a Solinas: “Il blocco dei tir ci distrugge”

In un clima già da tutti contro tutti, al terzo giorno di una protesta che, pur se legittima e dovuta agli sconsiderati aumenti di carburante, rischia ora di mandare per aria l'economia della Sardegna. Gli agricoltori chiedono al governatore di assicurare il regolare flusso dei prodotti agroalimentari, in particolar modo quelli deperibili, e il raggiungimento quindi dei mercati di riferimento sul continente

Di Sara Panarelli
apertura1 / 26 Gennaio 2022

Solinas: “Il nuovo presidente sarà il 40° capo dello Stato nato nel 1324 a Cagliari”

Il presidente della Regione a Roma per l’elezione al Quirinale: “La persona che assumerà l’alto onore di rappresentare l’intero Paese” dovrà “ripristinare questa verità storica restituendo all’Isola il giusto ruolo che le compete nella costruzione dello Stato che oggi tutti conoscono e per il quale specialmente i Sardi, in ogni tempo e da ultimo nella Prima Grande Guerra, hanno pagato un costante tributo, anche di sangue, troppo spesso dimenticato”.

Di redazione