Solanas, l’estate infinita dei cafoni: “Auto e camper parcheggiati senza rispettare la segnaletica, complimenti ai maleducati”

La bella stagione che va avanti porta tanti vacanzieri a sfruttare anche la zona costiera di Sinnai. Ma scoppiano le polemiche sui parcheggi. Luca Matta: “Parcheggi a spina di pesce non rispettati, un solo camper occupa tre stalli. Ho chiamato tante volte la polizia Municipale, non è intervenuto nessuno: tra i barbari ci sono anche stranieri”

Automobilisti e camperisti in sosta selvaggia sul bordo della strada che costeggia la spiaggia di Solanas, a Sinnai. I parcheggi ci sono e vengono utilizzati “senza rispettare la segnaletica. Le macchine dovrebbero essere parcheggiate a spina di pesce, invece domenica scorsa erano tutte in linea”, denuncia a Casteddu Online Luca Matta, cagliaritano e frequentatore del litorale sinnaese. L’uomo ha spedito anche le foto del parcheggio “selvaggio” alla nostra redazione: “Parcheggi occupati in modo barbaro. Questa è la situazione lato spiaggia, ma anche sul lato opposto è identica. Bagnanti e residenti erano furiosi”, racconta Matta. Che ha tentato, più volte, di ottenere una risposta dai vigili: “Ho chiamato la polizia Municipale, non sono stato l’unico. Il telefono, però, ha sempre squillato a vuoto. Ho dovuto parcheggiare l’auto distante dalla spiaggia, non avevo alternative”. Una situazione di caos con zero controlli, insomma.
“Complimenti ai maleducati, tra loro ho saputo che ci sono anche camperisti in trasferta, in maggioranza tedeschi e austriaci”.


In questo articolo: