Siliqua, “arresojas silicruaxias”: piace il coltello made in Siliqua

Christian Cadeddu da oltre 16 anni coltiva questa passione: la costruzione artigianale dei tipici coltelli locali da collezione

Christian Cadeddu, 37 enne, siliquese, sposato e padre di tre figli: due gemelle di 14 anni e un bambino di 7, da oltre 16 anni coltiva la passione: la costruzione artigianale del coltello sardo a serramanico made in Siliqua. Un’attività che ha cominciato a fine anni 90, poi col tempo è diventato un esperto coltellinaio, al punto che ora i suoi prodotti hanno avuto un buon riscontro anche oltre Tirreno. «Tramite internet ne sto vendendo anche fuori dalla Sardegna, dice Christian con un pizzico di soddisfazione e orgoglio». I suoi coltelli a serramanico, infatti, sono particolari  e di varia tipologia. Per i manici utilizza solo materiali naturali: osso, corno (montone, bufalo, cervo e muflone) e legni (ginepro e ulivo). Mentre le lame sono in acciaio inox, che tempera lui stesso. Di recente ne ha realizzato uno particolare da collezione di ben 120 cm. Christian di professione fa il muratore, ma con la crisi nel settore edile, attualmente è disoccupato e nel suo tempo libero si diletta a costruire “arresojas”. Poi, in occasione di feste e sagre, espone nel suo stand moltissimi modelli originali e personalizzati, così da presentare agli appassionati e ai collezionisti del settore un’enorme varietà. In genere, il prezzo di un coltello a serramanico varia dai 25 ai 150 euro, in base alla grandezza e al materiale utilizzato. Per ulteriori informazioni è possibile visitare la sua pagina facebook: https://www.facebook.com/christian.cadeddu.14?fref=ts