Sfilata di Carnevale a Sant’Antioco, in migliaia nel centro cittadino

Grandissima partecipazione e tanto divertimento per la prima edizione del “Carnevale Antiochense”. 10 carri allegorici e sei gruppi a piedi hanno sfilato per le strade della città in mezzo a tantissimi cittadini

Grandissima partecipazione e tanto divertimento per la prima edizione del “Carnevale Antiochense”. 10 carri allegorici e sei gruppi a piedi hanno sfilato per le strade della città in mezzo ai tantissimi cittadini (e non soltanto) che si sono ritrovati in centro per una giornata all’insegna del divertimento. E dopo la sfilata, grande finale con la festa in Piazza Umberto: musica, balli e oltre 2500 fritti distribuiti. «E’ stato un vero successo – commenta soddisfatta l’assessore allo Spettacolo Roberta Serrenti – abbiamo creduto in questo evento e la risposta dei cittadini è stata entusiasmante: in tanti, nonostante il maestrale pungente, si sono riversati lungo il percorso del corteo per assistere alla manifestazione. Era nostra precisa intenzione riproporre la tradizionale sfilata di Carnevale: un appuntamento che era finito nel dimenticatoio ma di cui la comunità sentiva la mancanza. E la grande partecipazione di ieri ne è stata la dimostrazione. Questa è solo la prima edizione del “Carnevale Antiochense”, per il prossimo anno cercheremo di fare meglio nella convinzione ci sia sempre qualcosa da migliorare. Tengo a ringraziare, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, il Centro Commerciale Naturale Sulki e l’Associazione “Su Forti” che hanno collaborato attivamente all’organizzazione dell’evento».

Grande apprezzamento hanno riscosso le maschere tradizionali sarde: i “Boes e Merdulas” di Ottana e i “Bois fui janna morti” di Escalaplano. Ma i veri protagonisti sono stati tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa, senza distinzione: dai carri (per citarne soltanto alcuni: “Isola del tesoro”, “La tribù che balla”, “Discomusic anni 70”) alle tante maschere colorate (fra le quali un gruppo della scuola cittadina di “Via Virgilio”). Senza dimenticare le migliaia di cittadini che hanno preso parte alla manifestazione.


In questo articolo: