Serramanna, erbacce e immondizia per le strade e nei parchi del paese hanno i giorni contati

Erbacce e immondizia per le strade e nei parchi del paese hanno i giorni contati: al via la manutenzione del verde nelle aree in prossimità del cimitero, un progetto Lavoras e lo spazzamento di tutto il centro.

Cartacce e ogni genere di riufiuto sono presenti un po’ ovunque. I cittadini segnalano e il sindaco Gabriele Littera risponde: “Da qui a qualche giorno si concludono le pratiche burocratiche e parte un progetto Lavoras tutto dedicato al verde pubblico e che durerà fino alla prossima primavera. Il paese non è uno specchio – scrive nella sua pagina Facebook – ma non è neppure così disastrato. Nelle prossime settimane si completano le procedure per l’ingresso della nuova ditta nella gestione dei rifiuti, compreso lo spazzamento di tutto il paese. Se dovessero esserci ritardi o ricorsi, abbiamo comunque già previsto le risorse per una pulizia di tutto il paese anche con altre ditte”.
Se ritardi e burocrazia hanno “messo lo zampino”, certo è che la maleducazione, di chi abbandona l’immondizia in terra, è la causa principale della sporcizia che  spadroneggia un po’ ovunque. Sensibilizzare, quindi, i cittadini, soprattutto i giovani, è stato l’ obiettivo di “Puliamo il mondo”, iniziativa che si è tenuta venerdì scorso. È stata la prima giornata della “storica manifestazione di cura e sensibilizzazione alle tematiche ambientali e dell’abbandono dei rifiuti, in collaborazione con Fondazione Legambiente e le nostre scuole”. Una mattinata importante e impegnativa, insomma, “che ha però prodotto risultati concreti e visibili. Grazie a tutti i ragazzi, docenti, all’Assessora Francesca Cossu, ai dirigenti scolastici, Compagnia Barracellare, Nonni Vigili e tutte le persone coinvolte a vario titolo”.


In questo articolo: