Sergio Murgia, negoziante, a Radio Casteddu: “Il ritiro del secco? Con le nuove norme è un rebus”

“Prendono solo l’umido e il cartone e il secco lo lasciano quasi sempre; mi dicono di tagliare le cassette e di metterle in un mastello piccolo ma non è possibile: il mio secco è composto solo da cassette di legno e la storia va avanti da un po’ di tempo. Dipende un po’ dall’operatore, una settimana lo ritirano, due volte no”

Sergio Murgia, proprietario di una attività di frutta e verdura a Cagliari interviene ai microfoni di Radio Casteddu: “Il secco viene ritirato a discrezione dell’operatore”.
Dal primo gennaio è partita la nuova raccolta differenziata che prevede uno specifico conferimento per il secco. Nessun problema se non fosse che le cassette di legno non verrebbero sempre ritirate dall’operatore ecologico:
“Prendono solo l’umido e il cartone e il secco lo lasciano quasi sempre; mi dicono di tagliare le cassette e di metterle in un mastello piccolo ma non è possibile: il mio secco è composto solo da cassette di legno e la storia va avanti da un po’ di tempo.
Dipende un po’ dall’operatore, una settimana lo ritirano, due volte no. Questo avviene dal primo gennaio, ossia da quando hanno cambiato le norme; ho questa problematica non indifferente,  non è possibile per chi possiede una attività e sono costretto ad ammassarle nel retrobottega perché non ho la possibilità di tagliarle per riporle dentro al mastello”.
Risentite qui l’intervista a Sergio Murgia di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: