“Se mancano clienti, i ristoratori cambino mestiere”: pioggia di critiche al viceministro Laura Castelli del M5S

Una frase giudicata infelice, quella del viceministro all’Economia su Rai Due: “Se i ristoratori non ce la fanno, cambino mestiere”, facendo riferimento alla crisi del settore dopo l’emergenza Covid

“Se mancano clienti, i ristoratori cambino mestiere”: pioggia di critiche al viceministro Laura Castelli del M5S. Una frase giudicata infelice, quella del viceministro all’Economia su Rai Due: “Se i ristoratori non ce la fanno, cambino mestiere”, facendo riferimento alla crisi del settore dopo l’emergenza Covid. Dura la risposta di Giorgia Meloni di Fdi: “Dopo aver massacrato il settore dell’ospitalità con divieti e regole assurde e aver multato gli esercenti che scendevano in piazza perché chiedevano aiuto, l’ultima trovata del Governo giallorosso arriva dalla grillina Castelli: i ristoratori che non hanno più clienti devono cambiare lavoro. Sono senza parole. Sarebbe questa la gente che dovrebbe aiutare l’Italia a ripartire?”.

Laura Castelli ha però mitigato così le sue dichiarazioni rilasciate al Tg2 Post: “Certo che se una persona decide di non andare più al ristorante bisogna aiutare l’imprenditore a fare un’altra attività e non perdere l’occupazione e va sostenuto anche nella sua creatività, magari ha visto un nuovo business. Io credo che negare che questa crisi abbia cambiato la domanda e l’offerta in termini macro economici sia un errore. Vanno aiutato le imprese, sposteremo le tasse”.


In questo articolo: