Scontri fuori dalla Unipol Domus dopo la gara, la polizia carica i tifosi del Cagliari

Alta tensione dopo la partita contro il Napoli. Un gruppo di tifosi rossoblù voleva raggiungere il settore degli ospiti: bloccati dagli agenti nel lato del mercato, lanciati fumogeni. GUARDATE il VIDEO

Alta tensione dopo la partita Cagliari-Napoli, finita uno a uno. Fuori dalla Unipol Domus, infatti, un gruppo di tifosi rossoblù ha cercato di raggiungere il settore degli ospiti, passando dalla via del mercato civico. Ma la polizia, in tenuta antisommossa, ha evitato qualunque scontro tra le due tifoserie, caricando e disperdendo i tifosi. Sono volati fumogeni e e si sono sentite varie esplosioni, probabilmente dei grossi petardi. Si sono vissuti lunghi minuti di tensione, e gli agenti avrebbero utilizzato anche dei lacrimogeni per cercare di disperdere la folla. Gli ultras napoletani sono rimasti nel loro spicchio, esplodendo qualche bomba carta, e non sono usciti dalla Unipol Domus sino a quando la situazione non è tornata alla normalità, scortati dalle Forze dell’ordine. Un uomo è finito in manette, stando a quanto riporta Tuttomercatoweb, e potrebbe non essere l’unico arresto.

 

 

Caos, quindi, dopo un pomeriggio di tensione, con duecento ultras campani che hanno sfilato da piazza Matteotti allo stadio, sempre super scortati, ma liberi di lanciare insulti pesanti a tutta la città.