Sardegna sempre più bianca, i contagi continuano a crollare: Rt a 0,55

Il virus ormai alle corde, l’Isola resta saldamente in zona bianca. Gli ospedali sempre più vuoti, si va avanti con le zero restrizioni a un passo dall’estate

La Sardegna resta saldamente in zona bianca. L’indice Rt della regione, come si legge nella bozza del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità, è infatti a 0,55. Un dato bassissimo, che conferma che il virus sia ormai alle corde. Ospedali sempre più vuoti, il totale dei posti letto occupati nei reparti standard e in terapia intensiva è ben al di sotto del dieci per cento. E i contagi continuano a scendere, giorno dopo giorno. La Sardegna fa meglio, ancora una volta, rispetto alla media nazionale dell’Rt, che è a 0,68. Restano quindi le restrizioni di base: mascherina e distanziamento. Niente coprifuoco, che comunque sparirà il 21 giugno prossimo, e nessun divieto di spostamento. Belle notizie, insomma, mentre si galoppa sul fronte delle vaccinazioni: è infatti partita, nell’Isola, la campagna dedicata agli over 16.

 

Da oggi al via le prenotazioni anche per i cittadini nati dal 1982 al 2004. In corso ancora gli ultimi passaggi tecnici necessari. Per potenziare il numero dei posti e incrementare la disponibilità nelle agende degli hub e dei centri di vaccinazione della Sardegna, le prenotazioni per le nuove fasce d’età, previste inizialmente per oggi dalle 12, saranno possibili a partire dalle 18. Uno slittamento di qualche ora reso necessario per poter massimizzare l’offerta alla nuova platea sin dall’avvio della nuova fase.


In questo articolo: