Sardegna, l’improvviso “liberi tutti”: riaperti porti e aeroporti anche per i non residenti

Il Governo anticipa di una settimana la riapertura dei collegamenti via cielo e via mare con l’Isola: nessun vincolo da venerdì 5 giugno

La Sardegna ritorna raggiungibile da tutta l’Italia e senza il limite della continuità territoriale. A deciderlo e comunicarlo è il ministero dei Trasporti che, “In accordo con la Regione, anticipa la riapertura dei collegamenti marittimi per tutti i passeggeri”. Così si legge a margine del decreto firmato da Paola de Micheli:  “La riapertura del traffico passeggeri non residenti, da e per la Sardegna, avverrà a partire da venerdì 5 giugno. In principio, stando a specifiche richieste giunte tramite lettera al Mit da parte della Regione Sardegna, la riapertura sarebbe avvenuta venerdì 12 giugno”. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, “valutato il flusso di passeggeri dal giorno 3 giugno e considerata la presenza di collegamenti marittimi aggiuntivi anche su linee di traffico non soggette a onere di servizio pubblico e che operano a libera prestazione, ha ritenuto in accordo con la Regione Sardegna di anticipare al 5 giugno la riapertura dei collegamenti marittimi, oltre che quelli aerei, per tutti i passeggeri”.

 

Quindi, da venerdì cinque giugno porti e aeroporti potranno ricevere navi e aerei provenienti da qualunque destinazione nazionale. Per leggere il nuovo decreto è sufficiente cliccare qui .


In questo articolo: