“Sardegna in zona arancione, può condannarci l’indice Rt ma i numeri non sono così drammatici”

L’Isola rischia di dire addio alla zona bianca, il presidente della commissione Sanità Domenico Gallus: “Purtroppo c’è un incremento di casi, ma secondo l’assessorato i numeri non sarebbero così drammatici. La cosa peggiore è che richiudono bar e ristoranti”

La Sardegna si prepara a dire addio alla zona bianca e passare in arancione? No, non è una semplice ipotesi, ma qualcosa di più concreto. A confermare il “trend” a Casteddu Online è Domenico Gallus, presidente della commissione regionale della Sanità. “Se si segue il decreto Draghi, per il motivo che non esistono più le zone gialle, si passa in arancione sino a Pasqua. Ma siamo fiduciosi che il Governo possa accettare le nostre eccezioni, gli eventi sono ancora in movimento”. Quali eccezioni? “Secondo l’assessorato questi numeri non sarebbero così drammatici ma restano in un ‘range’ di tolleranza per restare in zona bianca”. Ma Gallus è netto nell’affermare che “le percentuali che restiamo in zona bianca sono molto basse, l’assessorato regionale della Sanità si sta giocando le sue carte”, e ovviamente si parla di dati e numeri, che dovrebbero spingere lontano il vento di un cambio di colore. “Purtroppo può condannarci l’indice Rt, c’è stato un incremento di casi, sopra i cento, nell’ultima settimana. La cosa peggiore è che chiudono bar e ristoranti, sarà il caos totale”.