Sardegna e nuraghi, Giacobbo ci riprova: sepolti dallo tsunami?

La Sardegna, “isola delle torri ciclopiche sepolte da cumuli di fango” andrà in onda in prima serata su Rai 2 domani 

La Sardegna, “isola delle torri ciclopiche sepolte da cumuli di fango” andrà in onda in prima serata su Rai 2 venerdì 30 Dicembre.

Questa la principale teoria, che cela molto dubbi e che verrà illustrata nel corso del programma televisivo VOYAGER. Il conduttore Roberto Giacobbo ha scelto Sergio Frau e la teoria dello tsunami (o forse più d’uno) “che nei millenni passati colpì le coste della Sardegna”. È stato ipotizzato ed in TV verranno mostrati gli effetti di un maremoto talmente violento che “criptó la storia del Mediterraneo antico, seppellendo buona parte dell’isola delle torri”. 

Il dubbio sulla “Sardegna terra di Atlante”, o se preferite “Sardegna-Atalantide“, ritorna dunque attuale e si appresta a far discutere nuovamente (Video) con Sergio Frau, giornalista di Repubblica e autore del libro-inchiesta “le colonne d’Ercole”. Venerdì 30 dicembre (dopo il rinvio della puntata del 19 dicende per la diretta della cronaca dopo l’attentato a Berlino), verranno mostrate su Rai 2 numerose immagini sui nuraghi sepolti.

 Già, ma da chi, e perché? Magari dal soffio del vento che nei millenni ha trasportato polvere e terra? 

Oppure ha ragione Frau: “l’isola delle torri schiaffeggiata da Poseidone” era la Sardegna.

 Per svelare il mistero verranno mostrate le immagini dei siti nuragici presenti un poco ovunque in Sardegna immortalati dall’alto del cielo, con un drone, da Ettore Tronci.

L’appuntamento è fissato per venerdì alle 21 con Voyager, su Rai2. Video: https://youtu.be/Jg1CD7IBBOU

 


In questo articolo: