San Siro, campo stregato contro il Milan. Tranne che per Muzzi

Amarcord rossoblù: contro i rossoneri tante amarezze e qualche gioia


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

di Roberto Scalas

Mancano pochi giorni alla partita contro il Milan e il Cagliari si prepara a questa difficile trasferta. Storicamente il campo di San Siro è sempre stato ostico per i colori rosso-blù raccogliendo, nelle sfide totali contro i rossoneri, solo tre vittorie e l’ultima ottenuta ben 16 anni fa. Stagione 1996/97, anno dello spareggio salvezza contro il Piacenza: proprio la vittoria contro il Diavolo diede la possibilità alla squadra di Mazzone di giocarsi la permanenza in A contro gli emiliani. E’ il primo giugno del 1997, ultima giornata del campionato. Il Cagliari è quart’ultimo a pari punti con il Piacenza e a tre punti dal Perugia, la vittoria è l’unico risultato che consentirebbe alla squadra del tecnico di Trastevere di sperare ma, non basta solo la vittoria, infatti, il Piacenza deve sconfiggere il Perugia nello scontro diretto. Per il Milan è una data da ricordare perché segna l’addio al calcio di Franco Baresi e Mauro Tassotti. I cagliaritani partono subito forte e dopo dieci minuti vanno in vantaggio con Roberto Muzzi. Nel frattempo il Piacenza si porta in vantaggio contro gli umbri:  i tifosi sardi esultano. I rossoneri ci mettono del loro rimanendo in 10: Savicevic viene espulso dall’arbitro Cesari. Il Cagliari ha diverse occasioni ma, pur essendo in superiorità numerica, non concretizza sbagliando pure un rigore con Pancaro. Intanto, ad inizio secondo tempo, i piacentini raddoppiano con il Perugia e i rosso-blù continuano ad attaccare senza riuscire a trovare il goal della sicurezza e rischiano si subire il pareggio ma, il goal di Dugarry viene annullato. Sul finale di partita i rossoneri creano diverse occasioni in mischia e i tifosi sardi presenti al Meazza tremano perché il Perugia accorcia le distanze. Fortunatamente termina la partita: mentre si attende il termine di Piacenza-Perugia alcuni giocatori già esultano e Mazzone tira i capelli a Francesco Cozza:  troppo presto per cantare vittoria. A Piacenza finisce la gara ed è spareggio. L’epilogo della stagione però è amaro, uno dei capitoli più amari della storia rosso-blù.

Domenica la squadra di Lopez vuole sfatare il tabù di San Siro e, dopo tanti anni, è giunta l’ora di vendere cara la pelle.


In questo articolo: