Ritrovato morto il pescatore scomparso a Capoterra

Stamattina il tragico epilogo. la vittima è Salvatore Secci, 31 anni (nella foto).

E’ stato ritrovato a Capoterra, privo di vita, il pescatore di 31 anni disperso da ieri. L’uomo, Salvatore Secci di Serdiana, era uscito per una battuta di pesca assieme ad un compagno che ha dato l’allarme. Immediate le ricerche dei vigili del fuoco e della guardia costiera, fino alla drammatica scoperta di questa mattina.

La barca su cui si trovavano, che misura circa quattro metri, si è ribaltata ieri sera probabilmente a causa di un’onda anomala, davanti a La Maddalena Spiaggia, nel comune di Capoterra, a circa venti chilometri dal capoluogo sardo. Dopo una notte di ricerche disperate, il tragico epilogo di stamattina.

Salvatore Secci, conosciuto a Serdiana da tutti come “Tore”, aveva da sempre avuto la passione per la pesca. Amava organizzare uscite in mare con gli amici, ma stavolta il destino gli ha riservato la trappola peggiore: dopo il ribaltamento della piccola imbarcazione il suo amico 39enne è riuscito a nuotare per più di ottocento metri, raggiungendo la riva e chiedendo aiuto. Le speranze, per Salvatore, non si sono spente per tutta la notte, fino alle 6 di stamattina, quando il suo corpo senza vita è stato individuato vicino al pontile della Rumianca, sul bagnasciuga.

 

M.P


In questo articolo: