Rave party illegale con 40 persone tra Uta e Villaspeciosa: i carabinieri fermano la musica techno

Circa 40 giovani, uomini e donne, tutti provenienti da varie località della Sardegna ed in particolare della provincia di Cagliari, si erano riuniti e probabilmente ne sarebbero giunti molti altri.Avevano in mente di trascorrere 56 ore di musica continuativa e danze e di liberare quell’area privata soltanto lunedì prossimo

Un vero e proprio rave party illegale con 40 persone, in barba a tutte le regole dell’emergenza Covid. Stanotte in un’area di confine tra i comuni di Uta e Villaspeciosa i Carabinieri della compagnia di Iglesias sono intervenuti con ben 8 pattuglie per impedire lo svolgimento di un rave party. Circa 40 giovani, uomini e donne, tutti provenienti da varie località della Sardegna ed in particolare della provincia di Cagliari, si erano riuniti e probabilmente ne sarebbero giunti molti altri. Avevano montato due colonne di casse è già stavano ascoltando musica techno.

Avevano in mente di trascorrere 56 ore di musica continuativa e danze e di liberare quell’area privata soltanto lunedì prossimo. I carabinieri stanno cercando di ricostruire chi sia il proprietario del terreno per vedere se avesse autorizzato quelle presenze. Se così non fosse si potrebbe configurare il reato di invasione di terreni ed in genere, al termine di queste manifestazioni, le aree risultano danneggiate dalla presenza di rifiuti. Vi sono ancora diversi aspetti da considerare, gli accertamenti sono tuttora in corso. (foto Pixabay)


In questo articolo: