Quindicimila multe in due anni a Pula, esplode la polemica: “Pistendi acqua e mullendi bentu, vi spiego l’esercizio del nulla dell’opposizione”

Pioggia di multe a Pula, la sindaca Carla Medau smentisce l’opposizione: “Vorrei inoltre precisare che i 12.000 verbali non si riferiscono alla sola attività della ZTL, che ha funzionato benissimo grazie all’informazione e ai cittadini attenti e rispettosi, ma riguardano tutte le infrazioni di ogni genere, avvenute in un anno nel territorio pulese, di cui appena 70 sono dubbie. Rigetto categoricamente anche l’esistenza di fantomatici scatoloni di multe che non esistono se non nella fantasia della minoranza che da mesi sta montando una polemica sterile e strumentale che non fa bene alla comunità”

Quindicimila multe in due anni a Pula, esplode la polemica: “Pistendi acqua e mullendi bentu, vi spiego l’esercizio del nulla dell’opposizione”. “PISTENDI ACQUA E MULLENDI BENTU! ovvero l’esercizio del nulla e della vanità!”. La sindaca di Pula Carla Medau va al contrattacco e spiega su Fb di avere “deciso stavolta di intervenire sulle continue falsità che vengono portate avanti dalla minoranza per screditare l’attività della nostra Amministrazione colpendo anche quella dei dipendenti comunali”.

La vicenda è quella delle multe a rischio prescrizione nella Ztl in centro, delle notifiche dopo 90 giorni sfociate in una serie di ricorsi in Prefettura. La sindaca Carla Medau replica così: “Dalla foto allegata si evince chiaramente che la cartolina di notifica dell’infrazione firmata in data 8 marzo era stata già recapitata, in un tentativo di consegna non andato a buon fine il 13/12/2018. A quel punto, secondo l’Art.201, ripartono i termini di notifica previsti in 90 gg. dalla data del tentativo di consegna, quindi la signora consigliera riceve in tempo assolutamente utile la nuova notifica con la possibilità di pagare entro 5 giorni, usufruendo della riduzione oppure pagando entro 60 giorni, senza penalizzazione.

Vorrei inoltre precisare che i 12.000 verbali non si riferiscono alla sola attività della ZTL, che ha funzionato benissimo grazie all’informazione e ai cittadini attenti e rispettosi, ma riguardano tutte le infrazioni di ogni genere, avvenute in un anno nel territorio pulese, di cui appena 70 sono dubbie.

Rigetto categoricamente anche l’esistenza di fantomatici scatoloni di multe che non esistono se non nella fantasia della minoranza che da mesi sta montando una polemica sterile e strumentale che non fa bene alla comunità.
La consigliera Loi è libera di fare qualunque ricorso, ma sarebbe proprio utile che provasse ad essere più costruttiva e ad usare meno astio e rabbia, lasciando che i cittadini verifichino bene se i termini sono scaduti, nel qual caso sarei la prima a dire di non pagare!

Quanto all’isteria dell’ex ass. Tolu, oggi dipendente del Comune di Sarroch, bocciato politicamente alle precedenti regionali e alle ultime comunali, trovo irrispettoso che ironizzi sull’operato dei suoi omologhi colleghi del Comune di Pula, responsabili di fantomatici errori, per la presenza di un video, nel sito istituzionale, in cui parla l’ex Sindaco Cabasino.
Vorrei chiarirle che io non ho bisogno di eliminare un video del mio predecessore, né sostituirlo con uno mio, perché probabilmente a differenza sua e di alcuni suoi sodali, a me non sfugge di essere la Sindaca di Pula scelta democraticamente dai cittadini, pertanto lo invito a prenderne definitivamente coscienza e FARSENE UNA RAGIONE.

Lo ringrazio per l’offerta di aiuto, ma non ne sentiamo il bisogno, sappiamo andare avanti e anche sbagliare, eventualmente, senza le sue perle.
Lui che si fa vanto di essere grande esperto di comunicazione, sparlando spesso in negativo di Pula, non dimentichi mai che, insieme a parte della minoranza, sono stati autori di articoli vergognosi e pieni di falsità, per i quali pensavano di restare impuniti!”.



In questo articolo: