Quartu, società indebitate: chiesto il sequestro di due case di cura

Si tratta delle società riconducibili al presidente di Confindustria Sardegna


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

L’indebitamentodelle società porta alla richiesta del fallimento da parte della Procura di Cagliari.

Il provvedimento viene chiesto nei confronti della “Casa di cura privata polispecialistica Sant’Elena srl” e della “Sant’Elena srl”, a Quartu, entrambe riconducibili al presidente regionale di Confindustria, Alberto Scanu.

Le due società avrebbero accumulato debiti per milioni di euro la Banca d’Italia – segnala la Procura ai giudici – avrebbe ravvisato per il Gruppo Scanu diverse irregolarità sulle gestioni commerciali col Banco di Sardegna, oltre un pesante stato di insolvenza irreversibile.

Il provvedimento rientra nell’inchiesta sul crac del Policlinico Città di Quartu nell’ambito della quale sono stati iscritti nel registro degli indagati il manager sanitario Antonio Macciotta, l’ex presidente del Bologna calcio, Sergio Porcedda, e altri imprenditori del settore sanitario.