Quartu Sant’Elena, decine di sacchi di rifiuti raccolti dai volontari dell’ambiente

Aree deturpate e ripulite da un folto gruppo di cittadini che, instancabili, si mettono disposizione del territorio.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È impossibile raccontare tutto ciò che gli incivili abbandonano negli angoli più nascosti, tra verde, spiaggia e locali, ora abbandonati, ma che hanno segnato la storia. A spiegare l’ultimo intervento effettuato è Emanuele Contu del Comitato Margine Rosso: “Altra bonifica terminata.

Questa volta ci ha visti operare per tre giorni consecutivi insieme ad AssFortSardegna ed al gruppo degli Amici Dei Fortini.

Un sodalizio che ci sta portando grandi risultati. Intere aree del Simbirizzi ripulite dai volontari, grazie anche  alla collaborazione con vigili e DeVizia. Essenziale il loro contributo.

Il lavoro è ancora lungo, ed occorrono altre mani volenteroso”. Le immagini parlano chiaro, un degrado che, se non fosse per i volontari, sarebbe ancor più dannoso per l’ambiente.

Qualche settimana fa AssFortSardegna

Amici dei Fortini avevano mostrato cosa tutto si cela all’interno dei fortini e nelle zone limitrofe: “La spiaggia presentava rifiuti vari, ma in particolare derivati da picnic improvvisati da chi fa metà in paninoteca e lascia ovunque i resti dei loro pasti.

Soliti comportamenti da incivili che danneggiano la natura che ormai di incontaminato non ha più nulla, proprio a causa di  questi comportamenti scellerati.

Altro discorso ciò che abbiamo trovato all interno di un fortino: Oltre ai soliti sacchetti della paninoteca, vi era un vero e proprio letamaio con materasso dovuto probabilmente a bivacchi. Grazie alla collaborazione di tutti, ed in particolare di Gloria Lai, Stefania Nava e Gianfranco, abbiamo reso la zona più decorosa. Aime’ però siamo lontani anni luce da essere un popolo civile”.


In questo articolo: