Quartu, sì al maxi ampliamento del cimitero: arrivano centro servizi e forno crematorio

C’è l’ok del Comune alla variante, il progetto rallentato da alcuni no degli uffici. L’assessore Vanini: “Abbiamo evitato un contenzioso, i privati realizzeranno anche delle rotatorie”. Il presidente dell’Urbanistica Busonera: “Esigenza di tutti i cittadini, tanti aspettano ancora gli spazi per i propri cari”

Il cimitero di Quartu si allarga, è ufficiale. Il Comune vota sì alla delibera della variante fondamentale per ottenere in cessione le aree private. E gli stessi privati “realizzeranno una strada e delle rotonde, parallele al camposanto”. Così l’assessore comunale dei Lavori Pubblici, Aldo Vanini, nel presentare il documento che consentirà di avere tanti loculi in più, il primo forno crematorio in città e anche un maxi centro servizi con anche celle frigorifere. Un ok che arriva come “ciambella di salvataggio” utile a evitare contenziosi: “Abbiamo avuto tante interlocuzioni con la Regione, piena adesione dal mondo della politica ma gli uffici hanno dato vita a un contenzioso”. Che viene evitato col voto odierno: “È più semplice accettare che la variante sia sostanziale, come proposta non cambia nulla”, spiega Vanini. E, alla fine, il documento è passato a larga maggioranza. Per i prossimi due anni ci saranno poco meno di un migliaio di nuovi loculi a disposizione, appena possibile partiranno i lavori del maxi ampliamento.
Soddisfatto il presidente della commissione dell’Urbanistica, Stefano Busonera: “L’ampliamento del cimitero rappresenta un’esigenza pubblica, sarà un’ottima occasione anche per risanare alcune strade vicine e modificare la viabilità in ingresso nella nostra città, dalla 554. È però una sconfitta, allo stesso tempo”, nota Busonera, “perchè l’assessore ha detto che ci siamo dovuti tappare il naso e votarla, perchè l’alternativa sarebbe stato arrivare al Tar e farci bocciare il progetto. I funzionari devono capire che, quando c’è una esigenza pubblica, non devono esserci lungaggini. L’ampliamento del camposanto ci serve disperatamente, i cittadini attendono spazi per i loro familiari”.


In questo articolo: