Probabile morte per cause naturali: il risultato dell’autopsia sul corpo di Astori

Secondo l’esame autoptico il suo cuore nel sonno ha rallentato fino a fermarsi provocandone la morte

“Morte cardiaca senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica”, è questo il primo risultato dell’autopsia eseguita oggi sul corpo del 31enne, capitano della Fiorentina, Davide Astori. Il suo cuore nel sonno ha rallentato lentamente fino a fermarsi. Morte naturale quindi secondi l’esame autoptico.

La salma verrà ora restituita ai familiari, domani verrà allestita la camera ardente a Coverciano. I funerali si terranno nella basilica di Santa Croce a Firenze giovedì mattina alle 10.