Politiche sociali: nuovo regolamento per la consulta degli stranieri

Questo l’obiettivo della riunione svoltasi stamattina a palazzo Bacaredda, indetta dalla commissione alle politiche sociali presieduta da Fabrizio Rodin.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Rivedere il regolamento della consulta dei cittadini stranieri e apolidi.

Questo l’obiettivo della riunione svoltasi stamattina a palazzo Bacaredda, indetta dalla commissione alle politiche sociali presieduta da Fabrizio Rodin.

“Le modifiche del regolamento derivano da un resoconto del primo anno di attività della consulta degli immigrati alla luce della recente audizione della presidente Lina Zhan” ha detto il presidente Rodin.

“Le modifiche in discussione – ha proseguito – sono dirette a risolvere le criticità incontrate dalla consulta stessa, nel proprio funzionamento, quali ad esempio quello della fisiologica assenza di alcuni membri per i periodici ritorni nei paesi di origine”.

È emerso che  lo scopo della consulta è quello di dar voce a chi non ha  rappresentanza all’interno delle istituzioni.

Un esigenza recepita dal Comune di Cagliari perché “dovrebbe essere garantita anche ai cittadini stranieri e apolidi, la più ampia partecipazione sia nell’elettorato attivo che passivo”. Nei prossimi giorni sono previste, in tal senso, importanti novità sulle quali, la commissione politiche sociali, lavora in seguito agli indirizzi stabiliti al termine della riunione