Poetto,salta il Food Truck Festival: beffati centinaia di “caddozzoni”

Esplode la rabbia degli operatori al Poetto: era tutto pronto per la grande kermesse sarda del cibo prodotto su due ruote, ma il Comune di Quartu ha bloccato tutto. In trecento a casa, ora si sfogano: I divieti al Poetto imposti stranamente soltanto a noi, ora vogliamo vederci chiaro”

Esplode la polemica al Poetto. Il FOOD TRUCK WORLD FESTIVAL nasceva per promuovere la cultura della cucina su ruote e dello Street Food Itinerante, Una verav beffa, perchè il festival del Poetto a Quartu è saltato e centinaia di “caddozzoni” sono dovuti tornare a casa rimettendoci tutto: “Continuano le assurdità, uno dei motivi per cui non è stata accolto il ripiego della soluzione- spiegano gli organizzatori del Food Truck festival – in strada che ci avrebbe pemesso di salvare il salvabile, soluzione proposta dall’Assessore presente il giorno sul posto durante il delirio, era stata bocciata senza mezzi termini dal capitano della Municipale dicendo che sul litorale di Quartu era vietata ogni sorta di vendita!!riguardava probabilmente solo Noi!! Come possiamo vedere nella foto la legge non è uguale per tutti. qualcuno stanzia tranquillamente e commercializza senza nessun ostacolo sul litorale nell’area che era stata individuata!! Domattina qualcuno dovrà dare spiegazioni e pagarne le conseguenze. Sempre più arrabbiati sempre più determinati a scoprire perché ci sia stato un retrofront così assurdo da parte dei piani alti che hanno speso parole pesanti a cui ci siamo legati e che ci avevano dato la falsa speranza di non annullare o rinviare il Festival! Cosa che avrebbe causato molto meno disagi per tutti!! In questa giornata, festa del lavoro, sembra tutto piu assurdo ancora più preoccupante e raccapricciante non averci più permesso di svolgere il Festival e aver proibito agli operatori aderenti di svolgere il proprio lavoro! A domani per tutti i retroscena di questa spiacevole e vergognosa storia!”. 


In questo articolo: