Orrore in Sardegna, “6 cagnolini ammazzati e la loro mamma decapitata: taglia sui responsabili di 7mila euro”

I piccoli uccisi a colpi di padella, la loro madre decapitata. La denuncia dell’associazione animalista Aidaa: “Chi ha commesso queste atrocità dev’essere punito”

“Cucciolata trucidata a Nuoro, scatta la taglia degli animalisti”. A lanciare un appello per risalire ai responsabili dell’uccisione “di sei cuccioli di cane, brutalmente ammazzati insieme alla loro madre che li aveva partoriti da pochi giorni”, in “località Su Berrinau a Nuoro” è l’associazione animalista Aidaa. “Secondo una ricostruzione fatta dalle volontarie del posto i cuccioli sarebbero stati uccisi a colpi di padella mentre la madre sarebbe stata decapitata. Secondo quanto emerso vicino ai corpi  morti dei cuccioli rinvenuti nei pressi di una discarica la polizia locale avrebbe rinvenuto anche una padella sporca di sangue. Sulla vicenda è stata fatta dalle volontarie nuoresi una denuncia contro ignoti, ma appare evidente che se non salteranno fuori i nomi del responsabile o dei responsabili questo tremendo crimine à destinato come molti altri a finire nell’oblio da qui la nostra decisione come associazione italiana difesa animali ed ambiente – Aidaa di mettere una taglia di 7000 euro (mille euro per ogni cane trucidato) sulla testa dei responsabili”.

 

 

 

“Taglia che verrà pagata a chi con la sua denuncia alle autorità di polizia darà indicazioni determinanti per la individuazione e successiva condanna in via definitiva dei responsabili di questo vero e proprio eccidio. Riteniamo che la taglia sia uno strumento eccezionale, per una situazione eccezionale- si legge in una nota dell’associazione- quello che occorre più di tutto è però un salto culturale nel rispetto degli animali e nella denuncia che non è delazione dei responsabili di queste atrocità in modo che siano adeguatamente puniti”.


In questo articolo: